NEW DELHI - Una ragazza indiana di 16 anni, Khushboo Kumari, è stata arsa viva dal padre e la matrigna perchè rifiutava un matrimonio combinato e insisteva per continuare a studiare. Voglio stare a casa con te! Non vi stancate mai di cercare un dialogo con lui, ma partendo da questi presupposti. - provate ad usare il buon senso: lui non parla? Inoltre devo aggiungere che a 8 anni gli è stata diagnosticata una rara malattia reumatica cronica che per fortuna, ha comunque un buon andamento e gli permette di fare una vita normale e non assume farmaci. Per lo stress della scuola ho anche iniziato a perdere capelli. Marco 3 anni e mezzo ha iniziato a settembre a frequentare la scuola materna, dopo essere andato al nido per due anni di seguito. Nella speranza di esserle stato utile e rimanendo a disposizione per eventuali chiarimenti, porgo. Diego, il dramma del suicidio a 11 anni: "Non voglio più andare a scuola" Diego, un ragazzino spagnolo di 11 anni, si è suicidato per evitare di dover tornare a scuola. (6-11 anni... per prepararsi al 12+ anni) - Venerdì 26 marzo 2021 - Go Grugliasco Oratorio - Salone 1° piano, Grugliasco, Piemonte. L’inserimento è andato bene e Marco, nei primi tempi è andato volentieri nella nuova scuola. Credo che vivere a otto anni l'esperienza della malattia, malessere e tutto quel che comporta il riuscire ad identificare una causa per questo disturbo, possa essere un evento che segna profondamente una persona e che possa aver influito sulla costruzione dell'immagine di sè di suo figlio. Dott.ssa Ambra Cusin Il rifiuto della scuola da parte di un adolescente non è di facile interpretazione e sembra che per voi genitori sia arrivato come un fulmine a ciel sereno e per di più per una motivazione (quell'unico cinque) che non sembra così irreparabile. ), ma lasciate un attimo depositare la questione e poi fate i genitori: caro figlio è ora di riprendere la scuola, coraggio, siamo vicini a te ma non ti lasciamo affogare nelle tue paure. di Stephanie Blake, edito da Babalibri. Dott.ssa Irene Desimoni E che se è vero che a breve nessuno potrà più obbligarla ad andare a scuola, quello che deciderà oggi potrebbe cambiare drasticamente il suo futuro. Reggio Emilia (RE). Non voglio più andare a scuola! tutte le domande pervenute verranno evase. 184 likes. Spesso i ragazzi di quest’ età decidono di fare da porta bandiera per la loro famiglia, si fanno carico con un loro comportamento incongruente e un po’ estremo (lei diceva che fino al biennio delle scuole superiori il ragazzo non ha avuto particolari difficoltà scolastiche e che un cinque è stato sufficiente a scatenare il rifiuto per la sua scuola) di una fatica, di un peso familiare, di qualche problematica non risolta dal nucleo. Albert Einstein diceva: “Colui che non è più capace di provare né stupore né sorpresa è per così dire morto: i suoi occhi sono spenti.” Io non sono morta. idivertente dinamico e funziona... la voglia di andare a scuola è arrivata... di grande aiuto … L adolescenza  è una realtà piena di contraddizioni e gli adolescenti sono molto ambivalenti nei loro comportamenti perché si trovano a dover dirimere il conflitto tra dipendenza e autonomia. Mi chiamo Laura e ho 18 anni Non so più come andare avanti, e quindi cerco di almeno affidarmi a questo forum... Ho passato 16 anni da sola, senza amici, senza nessuno affianco a parte mio padre. Ediz. Io non voglio andare a scuola. Sono una ragazza di 17 anni, sono un a di quelle a cui è stato tolto un po' tutto, e con tutto non intendo la movida e le feste, perché di quelle non mi importa. La mamma non si dilunga in grandi discorsi, gli chiede semplicemente di essere bravo e di aspettarla, che più tardi andrà a prenderlo. Massimo Capurso ha 16 anni, è una promessa del nuoto e fa una battaglia personale contro la didattica a distanza. Quest’anno il mio bambino ha iniziato la scuola. ‘Da domani non potrai più andare a scuola’: aveva 8 anni e sedeva a tavola con il papà e i nonni, la bambina Liliana Segre, quando le leggi razziali irruppero nella sua ‘piccola vita’; un destino che la insegue ancora oggi: “Chiesi subito: perché?.. Marco 3 anni e mezzo ha iniziato a settembre a frequentare la scuola materna, dopo essere andato al nido per due anni di seguito. Dott.ssa Stefania Rossi «Voglio andare a Lipari»: questo il desiderio di nonna Maria, 105 anni, dopo avere sconfitto il Covid. A 15 anni, non vuole più andare a scuola. Appena compiuti i 16 anni, senza diploma, vorrebbe invece iniziare a lavorare. La malattia diagnosticata, se non grave puo' non essere il problema, a 16 anni, ogni cosa e' un problema ed ogni cosa puo' essere vissuta con ribellione, serve agli adolescenti per conoscersi ed identificarsi come adulti che incominciano a distaccarsi dal nucleo familiare. Agli insegnanti? giovanna. Gentile Giovanna, ho letto attentamente ciò che lei ha scritto e, seppur occorrerebbe una valutazione più approfondita della situazione per comprendere le reali cause che hanno portato suo figlio a decidere così rapidamente di lasciare la sua scuola (e quindi i compagni e i professori), si potrebbe ipotizzare che, dietro al brutto voto si nasconda un disagio più profondo che potrebbe essere definito “esistenziale” quindi un senso di inadeguatezza, di fragilità,di malessere e insicurezza che il ragazzo si porta dentro, oppure si potrebbe ipotizzare uno stile perfezionistico che comporta dunque una non accettazione di un voto non ottimale e di conseguenza una autosvalutazione negativa (ad esempio: “Devo sempre essere perfetto perché se non lo sono vuol dire che non valgo”). Credo che quest'elemento non sia da sottovalutare, nel senso che per un  bambino sentirsi limitato da una malattia che si protrae vuol dire crescere disponendo di un'immagine di sè in termini di limiti e non di risorse, in parole povere si cresce a contatto con i propri limiti e non con la sensazione di disporre pienamente del proprio corpo e delle proprie energie. Ediz. Trova informazioni sull'evento e sui biglietti. Nella carriera educativa di un genitore poche frasi mettono in difficoltà come: “Non voglio andare a scuola”. Lui si è completamente chiuso a riccio con noi e ha pochissimi amici e quando ci parla è solo per offenderci. Importante è che voi non vi spaventiate da questo suo rifiuto, non reagiate diventando complici con le vostre paure (tutti abbiamo paura di fallire! L’inserimento è andato bene e Marco, nei primi tempi è andato volentieri nella nuova scuola. Reggio Emilia (RE). Psicologo, psicoterapeuta | Bologna (BO), Scopri tutti gli Eventi di Psicologia presenti oggi nella tua cittÃ. Non Rimango comunque a sua disposizione per qualsiasi chiarimento o perplessità. Siamo una famiglia composta da me (che son la madre), mio marito e nostro figlio maschio di 16 anni. Il fatto è accaduto nella giornata di ieri. ... cioè coloro che non hanno compiuto 15 anni e devono ancora andare a scuola; adolescenti, cioè i minori di età compresa tra 15 e 18 anni che hanno superato la fase della scuola dell’obbligo ... e sempre che si permetta loro di completare la scuola e non si comprometta la loro salute. La situazione è paralizzata. Non Voglio Andare A Scuola. Scriveteci e raccontateci qual è la situazione nella vostra c… Questo basta a creare il panico, nei genitori. Nella carriera educativa di un genitore poche frasi mettono in difficoltà come: “Non voglio andare a scuola”. L’intento di non andare a scuola, dunque, è andato a buon fine, naturalmente per motivi drammatici. Ma sono solo ipotesi la cosa peggiore è che lui non nè parla con nessuno forse potreste prendere in considerazione di farlo parlare con uno specialista forse sarebbe la cosa migliore per il suo bene in modo che in seguito non si possa pentire della sua scelta affrettata come spesso avviene negli adolescenti. Ho quasi 15 anni, ed è già dall'ultima estate che non voglio più andare a scuola. Anche se tutto questo non mi portasse a nulla lo farei lo stesso. Ciao, scrivo qui perchè non so più con chi parlare. il problema che lei pone è oscuro quanto il comportamento di suo figlio: come lei non ha notizie riguardo al perché di una simile presa di posizione da parte sua, così non riesce a trasmetterne nella sua pur gentile mail. Forse la cosa più accessibile sarebbe quella di confrontarsi con un professionista del settore, e le suggerisco di persona, per approfondire la situazione e capire se esiste la possibilità di suggerire a suo figlio di fare una chiacchierata con uno psicologo, come suo spazio personale, e magari trovare il modo migliore per dirglielo così da non ottenere una risposta di nuovo oppositiva e di rifiuto. Prima però che gliela diagnosticassero abbiamo vissuto un anno da incubo ..... Chiedo aiuto!!!! Una delle prime contromisure è di cercare di motivare il ragazzo ad andarci. La invito a proporre al ragazzo un incontro con uno specialista che lo possa aiutare a fare chiarezza in sé stesso e capire, insieme a lui le reali motivazioni che lo portano a una scelta così "drastica". Buona Serata, Dott.ssa Rita Messini E non avrei mai pensato di doverlo dire. Lui non vuole andare a scuola e non vuole fare i compiti a casa, così la mamma chiama il 113 affinché qualcuno le venga in soccorso e metta in riga suo figlio. Join Yahoo Answers and get 100 points today. Mi chiamo Rebecca, ha 15 anni. "Io, 18 anni, vi spiego quanto sono stanca della dad e perché voglio tornare a scuola" La lettera di una studentessa di Siena che descrive il disagio della didattica a distanza. Ci sono ragazzi che, più o meno all'età di sua figlia, ma anche più piccoli, non vogliono più andare a scuola e mettono nello scompiglio famiglia scuola e operatori sanitari. Può, se lo ritiene opportuno, provare a proporre a suo figlio questa esperienza, facendogli capire a parole o in forma scritta che è preoccupata per lui e che vorrebbe aiutarlo ad evitare una decisione troppo precipitosa in grado di mutare per sempre il corso del suo futuro, ma si mantenga aperta alla possibilità di dovere rispettare la volontà del ragazzo e di sostenerlo nel caso egli  si mostri certo e coerente rispetto alla sua nuova scelta, cercando per quanto a malincuore di non farne un dramma. Ovviamente queste sono solo ipotesi , in quanto per giungere a una concettualizzazione del caso, occorrerebbe una valutazione più approfondita che tenga presente anche della “storia di vita” del suo ragazzo, nonché le sue caratteristiche personologiche. Avete provato a chiedere a scuola? Non voglio andare a scuola, Libro di Stephanie Blake. Martino Miccoli Non andare a lavorare, stai con me!" Non voglio andare a scuola. Problemi relazionali, interpersonali e di coppia, Disagi legati all'orientamento e al comportamento sessuale, Difficoltà legate alle diverse fasi di vita, Disagio nell'amore e nella vita di coppia, Identità e orientamento di genere e sessuale, Disfunzioni Sessuali e disturbi del desiderio sessuale.