Splendidissima aurora. [98], Rispecchiando l'Annunciazione in Luca 1:35, il primo Credo apostolico afferma che Gesù fu "concepito dallo Spirito Santa". La sintesi delle Chiese cristiane è quella di un Dio Uno e Trino, un solo Dio e tre persone distinte (Padre, Figlio e Spirito Santo): tale articolo di fede, definisce Dio come Trinità, insieme alla incarnazione, passione, morte e resurrezione di Gesù sono i misteri fondamentali delle fedi cattolica, protestanti ed ortodosse. Colui perciò che sarà salvato deve della Trinità pensare in questo modo. Iniziamo a fare un po’ di chiarezza: la stragrande maggioranza degli studiosi, anche non cristiani, conferma che ci sono troppe evidenze storicheper non confermare che Gesù sia un uomo davvero esistito, morto sulla croce all’incirca nel 30-40 d.C. Gli stessi vangeli tramandati con meticolosità dai primi seguaci di Gesù, analizzati come qualsiasi altro documento storico, presentano un livello di affidabilità notevole, anche nei dettagli geografici, culturali, etnologici, ecc. [24], Il periodo che va dal tardo II secolo all'inizio del IV secolo (circa 180-313) è generalmente chiamato "epoca della Ecclesia magna" e fu testimone di un significativo sviluppo teologico, con il consolidamento e la formalizzazione di una serie di insegnamenti cristiani. Per Paolo, la crocifissione di Gesù è direttamente correlata alla sua risurrezione e il termine "la croce di Cristo", utilizzato in Galati 6.12, può essere considerato come la sua abbreviazione del messaggio dei Vangeli. [11] Tuttavia, nel tardo ebraismo venne assegnata alla Regalità di Dio una tradizione più "nazionale", in cui l'atteso Messia può esser visto come liberatore e fondatore di un nuovo Stato d'Israele. Esistono tuttavia anche oggi in ambito cristiano gruppi religiosi e confessioni che non ammettono la trinità delle persone o l'unicità di Dio. Nonostante una persona possa praticare o approvare i principi cristiani, questo non lo rende un cristiano. I cristiani credono che Dio sia trascendente (totalmente indipendente e rimosso dall'universo materiale) e immanente (coinvolto nel mondo). [6], La maggioranza dei cristiani ritiene che Gesù fosse sia uomo che Figlio di Dio. Qui passus est pro salute nostra: descendit ad inferos: tertia die resurrexit a mortuis. Haec est fides catholica, quam nisi quisque fideliter firmiterque crediderit, salvus esse non poterit. [69][70] Ciascuno dei cinque discorsi ha dei passi paralleli nel Vangelo di Marco o nel Vangelo di Luca. Gesù si riferiva alle sue "opere" quale prova della sua missione e divinità, e in Giovanni 5.36 dichiara che i suoi miracoli hanno un valore di testimonianza più grande della testimonianza di Giovanni Battista: "Io però ho una testimonianza superiore a quella di Giovanni: le opere che il Padre mi ha dato da compiere, quelle stesse opere che io sto facendo, testimoniano di me che il Padre mi ha mandato. Uguale al Padre riguardo alla sua Divinità e inferiore al Padre riguardo alla Sua umanità. [80][81] Le parabole appaiono a volte nell'ambito di sermoni più lunghi, e anche in altri passi della narrativa[68] – sembrano storie apparentemente semplici e facili da ricordare, spesso con raffigurazioni, e ciascuna trasmette un insegnamento che riguarda in genere il mondo fisico relazionato a quello spirituale. E ancora non ci sono tre Onnipotenze, ma una Onnipotenza. [4][5] La scelta fatta da Gesù lo contrappone quale homo novus di moralità e obbedienza, in contrasto con la disobbedienza di Adamo. [85], La Definizione di Calcedonia del 451, accettata dalla maggioranza dei cristiani, sostiene che Gesù è Dio incarnato e "vero Dio e vero uomo" (o pienamente divino e pienamente umano). cosa significa essere cristiani. Uno, non per trasformazione della Divinità in carne, ma per aver assunto l'umanità in Dio; [27] La dichiarazione che Gesù è il Figlio di Dio viene fatta da molte persone nel Nuovo Testamento e in due occasioni separate da Dio Padre come voce dal Cielo, ed è asserita da Gesù stesso.[2][27][28][29]. 1 Full PDF related to this paper. Di solito chi è avaro nel dare il cibo ai poveri è avaro anche nei gesti di tenerezza. ! [22] In Giovanni 14:26 anche Gesù si riferisce allo "Spirito Santo che il Padre manderà nel mio nome". Corona dei Santi. Purtroppo bisogna anche calcolare i lati economici per chi deve essere sostenuto in luoghi appositi o specializzati. Giovanni 17:6 presenta gli insegnamenti di Gesù come manifestazione del nome di Dio ai suoi discepoli. Perfectus Deus, perfectus homo: ex anima rationali et humana carne subsistens. [14], Le cinque tappe principali della narrazione evangelica della vita di Gesù sono: il suo Battesimo, la Trasfigurazione, la Crocifissione, la Risurrezione e l'Ascensione. A pag. E quelli che avranno operato bene entreranno nella vita eterna, e quelli che avranno operato male nel fuoco eterno. Dio: uno per tutti. [26], Nella teologia cristiana il nome di Dio ha sempre avuto un significato più profondo e importante che non un semplice vocabolo indicativo o titolo designatore. DeA 20:27-28 Vangelo secondo Giovanni 17,21-23 (, Dal Libro di Mormon 3 Nefi cap 11 versetto 27, Cattedrale dei Santi Pietro e Paolo (San Pietroburgo), i sermoni, gli insegnamenti e le guarigioni, "Parte prima, Sezione seconda, Capitolo primo", "Dimming the Pauline Spotlight; Jubilee Fruits", "Il Mistero della Trinità nel Cristianesimo", https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Dio_(cristianesimo)&oldid=118291348, Voci con modulo citazione e parametro pagine, Voci con modulo citazione e parametro coautori, Voci non biografiche con codici di controllo di autorità, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo. Dio: uno per tutti. Sed necessarium est ad aeternam salutem, ut incarnationem quoque Domini nostri Iesu Christi fideliter credat. E in questa trinità nessuno viene prima o dopo gli altri; nessuno è più grande o inferiore ad un altro; CHI E’ MARIA? Lo Spirito Santo è del Padre e del Figlio, né fatto, né creato, né generato ma procede da essi. [101] In questa prospettiva, come in Atti 2.23, la croce non è visto come scandalo, poiché la crocifissione di Gesù "per mano dei senzalegge" è visto come il compimento del piano di Dio..[101][102], La cristologia di Paolo si focalizza specificamente sulla morte e risurrezione di Gesù. Uno assieme; non per confusione della Sostanza, ma per unità della Persona. Così similmente il Padre è onnipotente, il Figlio onnipotente e lo Spirito Santo Onnipotente. Per me Dio è tutte lo cose buone che compiamo ogni giorno, e per voi? Maria è il più grande dono che Dio ha fatto all’umanità. [31], Giovanni 12:27-28 descrive il sacrificio di Gesù, Agnello di Dio, e la conseguente salvezza ottenuta tramite tale sacrificio come glorificazione del nome di Dio, con la voce dal Cielo che conferma la supplica di Gesù ("Padre, glorifica il tuo nome!") [...] Tuttavia, non si dice che egli è soltanto lo Spirito del Padre, ma che è, ad un tempo, lo Spirito del Padre e del Figlio». [24] Queste affermazioni precedevano la presentazione formale del concetto di Trinità di Tertulliano all'inizio del III secolo. Molti dei miracoli enfatizzano l'importanza della fede, per esempio nel guarire i dieci lebbrosi (Luca 17.19) Gesù non ha detto: "Il mio potere ti ha salvato", ma dice: "Alzati e va'; la tua fede ti ha salvato! [3], Tradizionalmente, alcuni teologi come l'olandese Louis Berkhof (1873–1957) distinguono tra gli attributi comunicabili (quelli che anche gli esseri umani possono avere) e gli attributi incomunicabili (quelli che appartengono solo a Dio). Se ti senti un Cristiano che vuole essere più vicino a Dio, ecco alcune idee e azioni per aiutarti a glorificare Dio ed essere più vicino a Lui. «Disse loro: Voi chi dite che io sia? Nel cristianesimo, il monoteismo e la trascendenza di Dio sono un elemento essenziale che però non esclude il fatto che, oltre ad essere nei cieli, Egli possa vivere anche in terra (il caso di Gesù e poi dello Spirito Santo fra gli uomini). [14][15] La dottrina della Trinità può esser riassunta così: "Il Dio Unico esiste in Tre Persone e Una Sostanza, come Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo. Queste dottrine sono condivise dalle tre maggiori forme di Cristianesimo: Cattolicesimo, Ortodossia e dal Protestantesimo maggioritario. Inoltre è necessario per la salvezza eterna che egli creda anche con fede l'incarnazione del nostro Signore Gesù Cristo. Download PDF. [37], John Hick sostiene che, quando si elencano gli attributi di Dio, il punto di partenza dovrebbe essere la Sua autoesistenza ("aseità") che implichi la Sua natura eterna e incondizionata. Ministra del trionfo. [15][17] I racconti evangelici degli insegnamenti di Gesù sono spesso presentati in termini di categorie specifiche che coinvolgono le sue "opere e parole", ad esempio il suo ministero, le parabole e i miracoli. [94][95], Poiché secondo il Vangelo di Giovanni20.30 fu impossibile narrare tutti i miracoli fatti da Gesù, la Catholic Encyclopedia afferma che i miracoli presentati dai Vangeli furono selezionati in base a due motivi: primo, per manifestare la gloria di Dio; secondo, per il loro evidente valore di irrefutabilità. [46] Atti 10:42 fa riferimento a Gesù risorto con: "egli è colui che Dio ha costituito giudice dei vivi e dei morti". Perché c'è una Persona del Padre, una Persona del Figlio ed una dello Spirito Santo. [65][68] Anche se l'idea di Dio come Padre vi è usata, venne focalizzata nel Nuovo Testamento poiché Gesù vi si riferí spesso. [77][78][79], Le parabole di Gesù rappresentano una maggiore componente dei suoi insegnamenti esposti nei Vangeli, e circa trenta parabole formano quasi un terzo dei suoi discorsi. [72][Nota 8], I trinitari credono che Dio Padre non sia panteistico, in quanto non viene visto come identico all'universo, ma esiste fuori della creazione, come suo Creatore. [25], Col passare del tempo, i teologi e i filosofi svilupparono una comprensione più precisa della natura di Dio e cominciarono a produrre liste sistematiche dei Suoi attributi (cioè, qualità o caratteristiche). [17] Nel V secolo, in occidente, Agostino d'Ippona estese lo sviluppo teologico nel suo De Trinitate (La Trinità), mentre lo sviluppo maggiore in oriente fu attuato da Giovanni Damasceno nell'ottavo secolo. Per i cristiani trinitari (che includono i cattolici, gli ortodossi, le Chiese orientali e la maggior parte delle denominazioni protestanti), Dio Padre non è affatto un dio separato dal Figlio (di cui Gesù è l'incarnazione) e dallo Spirito Santo, le altre ipostasi della Divinità cristiana. Ma tutte e tre le Persone sono co-eterne assieme ed uguali, perciò in tutte le cose, come detto, l'Unità nella Trinità e la Trinità dell'Unità deve essere adorata. La divinità viene affermata nuovamente in Marco 1.11: "Tu sei il Figlio mio prediletto, in te mi sono compiaciuto". [62], «Le parole che io vi dico, non le dico da me; ma il Padre che è con me compie le sue opere.», Nel Nuovo Testamento gli insegnamenti di Gesù sono presentati nei termini delle sue "parole e opere". Che soffrì per la nostra salvezza; discese agli inferi; risuscitò il terzo giorno dalla morte; Il Padre incomprensibile, il Figlio incomprensibile e lo Spirito Santo incomprensibile. Perché così siamo spinti dalla verità Cristiana a riconoscere Ogni Persona di per Se Stessa essere Dio e Signore. Chi o Cosa è Dio per Voi? Tuttavia, esiste una differenza, in quanto nella teologia Dio Padre è l'emanazione eterna del Figlio (genera il Figlio in una filiazione eterna) e dello Spirito Santo (da un'eterna processione del Padre e del Figlio) e Colui che esala lo Spirito Santo con e attraverso il Figlio, ma la Chiesa Ortodossa ritiene che lo Spirito proceda dal solo Padre. [33], La Bibbia di solito usa il nome di Dio al singolare (per esempio Esodo 20:7 o Salmi 8:1), di solito utilizzando i termini in un senso molto generale, piuttosto che riferirsi ad una qualsiasi designazione particolare di Dio. Chiunque voglia essere salvato, prima di tutto è necessario che egli dichiari la fede cattolica (cioè universale, cristiana). An introduction to Christology, "The Seven Ecumenical Councils of the Undivided Church", trad. La sua morte in croce è intesa come un sacrificio redentivo: la fonte di salvezza dell'umanità e l'espiazione del peccato,[22] che era entrato nella storia umana a causa del peccato di Adamo. [13] Verso l'anno 200, Tertulliano formulò una versione della dottrina della Trinità che affermava chiaramente la divinità di Gesù e si avvicinava molto alla successiva forma definitiva prodotta dal Concilio Ecumenico del 381. È l’occasione per riconoscere la ricchezza e il valore presenti negli altri, in chi è diverso da noi, e per chiedere a Dio il dono dell’unità. This paper. [8] Nel XIII secolo Tommaso d'Aquino si concentrò su una lista più corta di soli otto attributi, cioè: semplicità, perfezione, bontà, incomprensibilità, onnipresenza, immutabilità, eternità e unicità. Mt 28. Non ci sono tre (entità) non create e nemmeno tre Incomprensibilità, ma un(a entità) non creata ed un Incomprensibilità. [106] Gli insegnamenti della Chiesa cattolica sono in un certo modo simili nel considerare i misteri della Trinità al di là della ragione umana. [54][55][56][57] Lungo il percorso verso Gerusalemme, nel seguente ministero in Perea, circa un terzo di distanza dal Mare di Galilea lungo il fiume Giordano, Gesù ritorna nella zona dove era stato battezzato. Tuttavia il teologo anglicano Richard T. France (1938 – 2012) asserisce che, mentre il concetto di "Regno di Dio" ha un significato intuitivo per i cristiani laici, non c'è accordo tra i biblisti circa il suo significato nel Nuovo Testamento. A short summary of this paper. [34], I fondamenti teologici degli attributi e della natura di Dio, sono stati discussi fin dai primi giorni del cristianesimo. Rispose Simon Pietro: Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente.». [106] Nella Chiesa Occidentale, Karl Rahner ha elaborato sull'analogia che il sangue dell'Agnello di Dio (e l'acqua dal fianco di Gesù) versato durante la crocifissione ha una natura purificante, simile all'acqua battesimale.[107]. Forme di devozione al Santissimo Nome di Gesù risalgono ai primi giorni del cristianesimo. [108] Paolo spiega(1 Corinzi 15.20-22) l'importanza della risurrezione di Gesù come causa e fondamento della speranza dei cristiani di condividere un'esperienza simile: «Ora, invece, Cristo è risuscitato dai morti, primizia di coloro che sono morti. Il secondo Concilio Ecumenico, riunito a Costantinopoli nel 381, ha conservato tale espressione nella sua formulazione del Credo di Nicea ed ha confessato « il Figlio unigenito di Dio, generato dal Padre prima di tutti i secoli, Luce da Luce, Dio vero da Dio vero, generato non creato, della stessa sostanza del Padre », 245 - La fede apostolica riguardante lo Spirito è stata confessata dal secondo Concilio Ecumenico nel 381 a Costantinopoli: crediamo «nello Spirito Santo, che è Signore e dà la vita, e procede dal Padre». 3:02. che sarebbe difficile azzeccare se non ri… [8] Gradualmente i teologi svilupparono liste sistematiche di tali attributi, alcuni basati su asserzioni bibliche (per esempio, il Padre nostro, che afferma che il Padre è nei Cieli), altri fondati su ragionamenti teologici.