In tale regolamento è prevista la figura di eco-accertatore per le funzioni di prevenzione ed accertamento di violazioni in materia di conferimento di rifiuti e di pulizia ed... 29 ottobre 2012 Multe stradali. Occorre la querela di falso. Il tribunale ha osservato che l’accertamento dell’agente accertatore non era stato impugnato con querela di falso e formava quindi piena prova dell’infrazione. per impugnare la sentenza n. 26/07 del locale giudice di pace, con la quale era stata respinta l’opposizione alla sanzione amministrativa irrogatale dal Comune per un’infrazione (sosta su un attraversamento pedonale) rilevata il 16 agosto 2005. Inoltre, il verbale notificato non è sottoscritto dall'Agente verbalizzante, mentre quello depositato dal Comune è contrassegnato da un'illeggibile sigla e non è indicato il numero civico di via F. Crispi, strada notoriamente lunga di Napoli. Autovelox: nulla la multa per eccesso di velocità rilevata senza la presenza dell’agente accertatore Cass. essere consegnata una copia al trasgressore (l'originale resta all'agente accertatore); essere depositata un'altra copia al comando da cui dipende l'agente accertatore; rispettare le prescrizioni previste dagli artt. accertatore; pertanto, se dagli atti di causa non emergono sufficienti elementi per ipotizzare un errore. Non serve la firma autentica dell'agente accertatore sulle multe notificate per posta. Nel caso di specie vi è invece attestazione positiva di fatti che il pubblico ufficiale accertatore ha attestato come personalmente verificati. … Il Comune ha resistito con controricorso. Desidererei sapere se agenti come il suddetto sono legittimati ad accertare e contestare violazioni del tipo suddetto anche in città o … E’ nullo il verbale elevato per sanzionare una infrazione al CdS se non è riportata sullo stesso la sottoscrizione autentica dell’agente accertatore. S. S. proponeva opposizione avverso il verbale di contestazione, redatto dalla Polizia Municipale di Reggio Emilia e notificato ad essa opponente quale proprietaria del veicolo, per violazione dell’articolo 158 c.d.s. L’agente accertatore, da parte sua, aveva chiaramente descritto la tipologia dell’illecito sia nel verbale che nella relazione di servizio, e nel verbale era stata puntualmente specificata la ragione della impossibilità della contestazione immediata (non si fermava ai ripetuti trilli del fischietto); L’agente accertatore avrà il compito d’individuare le situazioni d’irregolarità tributaria e consentire all’Amministrazione d’intervenire tempestivamente, per rispetto a chi si impegna ad osservare le regole e pagare regolarmente i tributi. Le Sezioni Unite hanno ritenuto (SU 17355/09) che nel giudizio di opposizione ad ordinanza ingiunzione relativo al pagamento di una sanzione amministrativa è ammessa la contestazione e la prova unicamente delle circostanze di fatto della violazione che non sono attestate nel verbale di accertamento come avvenute alla presenza del pubblico ufficiale o rispetto alle quali l’atto non è suscettibile di fede privilegiata per una sua irrisolvibile contraddittorietà oggettiva. occorre la querela di falso Auto parcheggiata sulle strisce pedonali. Non vi è inoltre alcun indizio di intrinseca contraddittorietà del fatto. Discende da quanto esposto il rigetto del ricorso e la condanna alla refusione delle spese di lite, liquidate in dispositivo. Un vigile, transitando a bordo di una vettura di servizio, la nota e annota i numeri di targa, senza fermarsi e … Indicazione del momento e delle circostanze in cui è stata eseguita la contestazione. chiedo: è possibile fare ricorso se l'agente sul verbale si identifica unicamente con il cognome e l'iniziale del nome? Procedimento: Sentenza n. 1069 del 25 gennaio 2012, Agente accertatore diverso dal verbalizzante? Francesca, da Bari (BA) Risposta: non ci risultano disposizioni legislative particolari, in merito. Il Comune ha resistito con controricorso. Agente accertatore - per l’accertamento e la contestazione delle sanzioni. Nessuna delle parti ha depositato memoria. 2700 c.c. 2699 e 2700 cc e vizi di motivazione. Profilo, Reimposta E' regolare? La multa è valida? Il multato non si dà per vinto e nel 2010 va sino in Cassazione, che però ora respinge il ricorso, in linea con la Corte di merito.  - Distinguere tra i seguenti casi: 1) Contestazione immediata al trasgressore e/o obbligato in solido mediante redazione del verbale di accertamento e contestazione, sottoscritto dal soggetto accertatore e dal Nel caso in cui l'agente accertatore sia diverso dal verbalizzante, la multa è ugualmente valida. Secondo parte ricorrente il verbale notificato non sarebbe coperto da fede privilegiata perché: l’accertamento era stato effettuato da agente diverso dal verbalizzante; il rilevatore aveva ammesso, secondo quanto testimoniato in giudizio, che, mentre transitava a bordo di una vettura di servizio, aveva notato un veicolo in sosta sulle strisce pedonali, annotando i numeri di targa, senza arrestarsi e senza procedere alla contestazione immediata. Agente accertatore diverso dal verbalizzante? Domanda: Mi è stata notificata una multa senza la firma dell’agente accertatore, ma con solo il suo numero di matricola; posso impugnare il verbale o devo pagare la sanzione? Condanna parte ricorrente alla refusione a controparte delle spese di lite liquidate in Euro 400 per onorari, 200 per esborsi, oltre accessori di legge. Di qui, secondo il ricorso, la mancanza di attestazione ex art. sesta Civ. att. Nel caso in cui l'agente accertatore sia diverso dal verbalizzante, la multa è ugualmente valida. Password. Ente Giudicante: Corte di Cassazione La ricorrente avrebbe infatti dovuto dolersi di eventuale omessa pronuncia sul punto o comunque indicare in quale parte dell’atto originario di opposizione o dell’atto di appello e in quali esatti termini la questione fosse stata posta (Cass. Il 19 gennaio 2010 il tribunale di Lanciano ha respinto l’appello proposto da D.R.E. - Sent. ; L’unico complesso motivo di ricorso lamenta violazione degli artt. Un vigile, transitando a bordo di una vettura di servizio, la nota e annota i numeri di targa, senza fermarsi e procedere alla contestazione immediata. E il verbale è piena prova dell'infrazione fino a querela di falso da parte del sanzionato verso l'agente. att. Infatti, qualora il verbale sia redatto con sistemi meccanizzati, la firma autografa dell’agente accertatore non è necessaria ed è sufficiente l’indicazione a stampa del nominativo con eventuale numero di matricola. Nel caso in esame, invece, “al momento della contestazione in questione l’agente accertatore e verbalizzante si trovava a bordo della propria autovettura e non era impegnato nella regolamentazione del traffico per cui è del tutto insussistente l’asserita violazione del citato art. L'appellante ha proposto ricorso per cassazione notificato il 1 marzo 2010. su tutte le tipologie di strada nel territorio comunale di competenza – Sentenza n. 19755 del 27 settembre 2011, Il proprietario del veicolo obbligato in solido non è identificabile come responsabile – Sentenza n. 100117 del 11 gennaio 2012, Lettera Alla Commissione di Garanzia dell’attuazione della legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali, Comunicato: Il Coronavirus (o il Governo?) Il motivo della nullita? verbale sia redatto dall'"agente accertatore", espressione, questa, che rende legittimo il compimento di tale attività da parte di qualsiasi soggetto che faccia parte dell'organo, e sia abilitato, in siffatta qualità, a compiere gli accertamenti di competenza dell'organo stesso, senza L'atto pubblico, secondo la orte, è infatti coperto da fede privilegiata ed è efficace. C.d.S. Grazie infinite. Infatti, non è sufficiente la semplice indicazione autoveicolo senza specificare la marca dello stesso. del 25.01.2012, n. 1069 Fatto e diritto Il 19 gennaio 2010 il tribunale di Lanciano ha respinto l’appello proposto da D.R.E. Gli agenti accertatori sono le figure deputate all’accertamento di una infrazione amministrativa o di un reato, per esempio in materia venatoria o con riferimento al Codice della Strada. La mancata indicazione, sul verbale, della qualifica del verbalizzante. Va premesso che la questione relativa alla diversità tra agente verbalizzante e agente accertatore non risulta trattata nella sentenza impugnata. Così sancendo, il Collegio si è uniformato all’ormai celebre insegnamento delle Sezioni Unite che nella sentenza n. 17355/2009 hanno così affermato: “nel giudizio di opposizione ad ordinanza-ingiunzione del pagamento di una sanzione amministrativa è ammessa la contestazione e la prova unicamente delle circostanze di fatto della violazione che non sono attestate nel verbale di accertamento come avvenute alla presenza del pubblico ufficiale o rispetto alle quali l’atto non è suscettibile di fede privilegiata per una sua irrisolvibile oggettiva contraddittorietà, mentre è riservato al giudizio di querela di falso, nel quale non sussistono limiti di prova e che è diretto anche a verificare la correttezza dell’operato del pubblico ufficiale, la proposizione e l’esame di ogni questione concernente l’alterazione nel verbale, pur se involontaria o dovuta a cause accidentali, della realtà degli accadimenti e dell’effettivo svolgersi dei fatti.”, Corte di Cassazione, Sezione Sesta Civile, sentenza del 25 gennaio 2012, n. 1069. c.p.p. 183 reg. Indicare… 17 comma 133 e L. 488/99 art. E' nullo il verbale elevato per sanzionare una infrazione al CdS se non è riportata sullo stesso la sottoscrizione autentica dell'agente accertatore - Diritto.it Risposta: Il verbale è valido anche senza la firma dell’agente accertatore. Il verbale notificato è effettuato da un agente diverso dal verbalizzante - Fa fede fino a querela di falso Corte di Cassazione Sez. Salve, sul sito dell'ACI leggo che è possibile fare ricorso qualora manchi l'indicazione dell'agente accertatore (anche solo attraverso il numero di matricola). La norma chiaramente dice “devono”, e non “possono”, imponendo quindi un vero e proprio obbligo a carico dell’agente: stante il preciso obbligo imposto all’agente accertatore di usare l’apposito distintivo quando intende espletare compiti di polizia stradale al di fuori del servizio, non è … rossa non implica alcuna attività di valutazione o di elaborazione da parte dell'agente. d'altra parte i miei dati anagrafici sono riportati per intero sul verbale. In ogni caso tale rifiuto deve essere specificatamente annotato. In effetti, l'agente che aveva rilevato l'infrazione ha poi ammesso di aver notato il veicolo in sosta sulle strisce pedonali mentre era a bordo dell'auto di servizio senza contestare immediatamente la violazione: è stato poi un collega a stendere il verbale. Ispettore Ambientale - con funzioni di controllo, prevenzione e supporto del corretto conferimento, gestione, raccolta e smaltimento dei rifiuti nel territorio comunale. Il solo modo per farne valere l'inefficacia è la querela di falso. TUTTO IN REGOLA – La Cassazione spiega: c'è un “verbale facente prova fino a querela di falso di un fatto che il pubblico ufficiale ha attestato essere avvenuto in sua presenza, in quell'ora, in quel giorno, proprio del veicolo che risulta appartenere alla ricorrente. Profilo, Preferenze Il giudice relatore ha avviato la causa a decisione con il rito previsto per il procedimento in camera di consiglio. L’accertamento dell’infrazione viene effettuato successivamente da un altro agente. Osservano gli ermellini che il verbale notificato era coperto da fede privilegiata, nonostante l'accertamento era stato effettuato da agente diverso dal verbalizzante. e la prevalenza delle deposizioni testimoniali di segno contrario, dalle quali sarebbe emerso che in quel giorno e in quella data il veicolo si trovava in altra cittadina marittima (Torino di Sangro) anziché in Lanciano, ove la ricorrente gestiva con il marito un distributore di benzina all’epoca chiuso per ferie. – l’agente accertatore e verbalizzante, al momento della contestazione, era a bordo del proprio veicolo e non impegnato nella regolamentazione del traffico, per cui era erroneo qualsivoglia riferimento all’art. esec. 383 e 385 del regolamento di attuazione del codice della strada; essere conforme al modello VI.1 allegato al codice; Codice della Strada, RC Auto e Ricorsi Multe: tutte le notizie. è un atto di garanzia, il cui perfezionamento non richiede formule sacramentali, ma che deve comunque avere una veste formale, ovvero documentale, e per questo non può supplire all’omessa verbalizzazione l’eventuale dichiarazione testimoniale dell’agente accertatore. Agente accertatore con ordinanza sindacale n. 003 del 24/02/06 ai sensi della L. 127 del 15/5/97 Art. Secondo la Corte di Cassazione sì. Vi è quindi verbale facente prova fino a querela di falso di un fatto che il pubblico ufficiale ha attestato essere avvenuto in sua presenza, cioè la sosta in zona vietata, in quell’ora, in quel giorno, proprio del veicolo che risulta appartenere alla ricorrente. Evidentemente o si tratta di un errore dell'agente accertatore nel trascrivere la targa (nel verbale è indicata targa e marca dell'autovettura, non il modello) oppure la mia targa è stata clonata Lo ha sancito la Cassazione (sesta sezione civile) con sentenza numero 1069 del 7 ottobre 2011, depositata in cancelleria il 25 gennaio 2012. Con sentenza n. 1069, depositata il 25 gennaio scorso, la Corte di Cassazione ha stabilito che è legittima la multa accertata dall agente diverso dal verbalizzante. Sez. 22540/06; 9765/05). Peraltro la sentenza d’appello riferisce chiaramente che il tenente accertatore dell’illecito diede atto “nel verbale” dei fatti costituenti l’illecito contestato, cioè la presenza del veicolo modello Multipla, targato (…), sull’attraversamento pedonale. Ho ricevuto una multa firmata da un solo agente verbalizzante. mette in ginocchio la Magistratura Onoraria. Con sentenza n. 1069, depositata il 25 gennaio scorso, la Corte di Cassazione ha stabilito che è legittima la multa accertata dall'agente diverso dal verbalizzante. Il tribunale ha osservato che l'accertamento dell'agente accertatore non era stato impugnato con querela di falso e formava quindi piena prova dell'infrazione. Il sito SicurAUTO.it di titolarità di Claster NET, P.IVA PL6762503116, è affiliato a Gazzetta Motori di RCS Mediagroup S.p.a.. Unico responsabile dei contenuti (testi, foto, video e grafiche) è Claster NET; per ogni comunicazione avente ad oggetto i contenuti del Sito cliccate qui. L'automobilista non ci sta e fa ricorso sulla base di questo “sdoppiamento” che, a suo dire, rappresenterebbe un vizio di forma. Ci troviamo nel campo dell’inesatta verbalizzazione, costantemente censurata dalla giurisprudenza. Occorre la querela di falso. Un sentenza del Tribunale di Arezzo, la n. 1197/2014, ha annullato una multa elevata nei confronti di un automobilista per aver sostato in area destinata a parcheggio, con dispositivi di controllo senza aver azionato il parcometro. Cookie Policy, Per iniziare la ricerca inserisci almeno tre caratteri, Questo sito contribuisce alla audience de, Codice della Strada, RC Auto e Ricorsi Multe, Modifica Cassazione, 25 gennaio 2012, n. 1069 agente accertatore diverso dal verbalizzante? Informativa Privacy Depositata in Cancelleria il 25.01.2012, Autovelox in qualsiasi strada: la polizia municipale può rilevare violazioni al C.d.S. Con la sentenza n. 1069, depositata il 25 gennaio 2012, la Corte, rigettando il ricorso dell’automobilista, ha infatti rilevato che il verbale in oggetto, riportando compiutamente i fatti costituenti l’illecito contestato (sosta sull’attraversamento pedonale), gode pur sempre di fede privilegiata e, conseguentemente, fa prova fino a querela di falso. L'unica strada percorribile è la querela di falso, ma è una strada tutta in salita per il ricorrente. Dal punto di vista giuridico, quindi, stante l'obbligo di firma dell'agente accertatore (con esclusione dei verbali redatti con sistemi meccanizzati, vedi sotto), e' ininfluente che il trasgressore si rifiuti di firmare o di ritirare il verbale. In sostanza, l'unica soluzione per contestare la multa sarebbe stata quella di sostenere che il Vigile avesse scritto il falso nel verbale. materiale da parte del verbalizzante, e nell'assenza di una querela di falso, deve attribuirsi C.d.S.”. La relativa questione è pertanto nuova e inammissibile. Ma il Giudice di pace dà torto all'automobilista, idem il Tribunale di Lanciano nel 2007, secondo cui l'accertamento dell'agente accertatore non è stato impugnato con querela di falso e forma quindi piena prova dell'infrazione. II, Ord., 05-04-2011, n. 7785 Svolgimento del processo e motivi della decisione L’avviso ex art. Non per vessare un contribuente, … Revisione auto e proroga Covid: le nuove scadenze al 2021, Copyright © SicurAUTO.it | v6.0 | 2000 – 2021Claster Net - PL6762503116Direttore Responsabile: Claudio Cangialosi. L’appellante ha proposto ricorso per cassazione notificato il 1 marzo 2010. Agenti accertatori: definizione. Era quindi indispensabile proporre querela di falso per far valere l’erroneità delle attestazioni del pubblico ufficiale (eventuale annotazione di numero di targa errato dalla quale questi fosse risalito al veicolo dell’opponente) peraltro confermate in sede istruttoria, sia pur con le comprensibili incertezze nei particolari (quanto al colore dell’auto), giustificate dall’inevitabile alto numero di infrazioni che, nel tempo, un vigile urbano fa oggetto di verbale e che rende pressoché impossibile ricordare minuti particolari.