da 19 a 22 del decreto 18/2020. La prestazione non può essere riconosciuta poiché, dai dati attualmente in possesso dell’Istituto, risulta iscritto alla gestione autonoma degli Artigiani e Commercianti. L’articolo 75 del decreto legge Cura Italia, prevede la compatibilità dell’assegno ordinario di invalidità Inps, con tutti i bonus previsti dal decreto Cura Italia e Rilancio. ABBONATI PER LEGGERE L'ARTICOLO Gli abbonati ci aiutano a garantire una … I documenti necessari potranno essere inviati online, attraverso il link “Esiti”, nella stessa sezione del sito INPS in cui è stata presentata la domanda per il bonus di 600 e 1.000 euro. Il report menziona due questioni fondamentalmente. Ormai non ci sono più dubbi, il famoso bonus da 600 euro e il Reddito di Cittadinanza sono cumulabili.A fare chiarezza è proprio il dettato del Decreto Rilancio che non prevede una formale incompatibilità tra i due sussidi. Le istruzioni INPS, Informazione Fiscale S.r.l. Ovviamente nel presentare il riesame della domanda per il bonus 600 euro, l’interessato dovrà allegare la documentazione ulteriore per lo svolgimento di un supplemento di istruttoria. 18 del 2020 e al comma 13 dell’articolo 84 del D.L. Ad esempio quello che riguarda il bonus da 600 euro INPS per i mesi di marzo, aprile e maggio, che molti lavoratori stanno ancora aspettando. Registrazione del tribunale di Campobasso n. 3/10 del 31.03.10. Dai titolari di partita IVA, fino agli stagionali ed ai lavoratori dello spettacolo, si è ufficialmente conclusa la prima fase di gestione delle domande. - P.I. Il messaggio INPS numero 2263 del 1° giugno 2020, inoltre, illustra altre due strumenti accessibili sempre tramite la funzione “Esiti” presente sul portale INPS nel servizio “Indennità 600 euro”: Per ciascuna categoria di lavoratore, nel messaggio INPS del 10 agosto 2020 è presente una legenda delle reiezioni delle domande per l’indennità Covid-19. La sua domanda non può essere accolta poiché, dai dati attualmente in possesso dell’Istituto, nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 ed il 31 gennaio 2020 Lei non risulta essere un lavoratore intermittente. i messaggi Inps di riferimento sui riesami). : 13886391005 01 Giugno 2020. Bonus 600 euro negato: come chiedere il riesame Gabriella Lax | 13 ago 2020 In caso di provvedimenti di rigetto, per le domande respinte entro il 30 agosto, servirà un ricorso giurisdizionale. Bonus 600 e 1.000 euro, 20 giorni per il riesame delle domande. La sua domanda non può essere accolta poiché Lei risulta titolare di pensione diretta / ape sociale. Tutti i dettagli nel testo integrale del messaggio numero 2263 del 1° giugno 2020. 38); assenza del requisito della qualifica di stagionale e/o dell’appartenenza ai settori del turismo e degli stabilimenti termali (art. Skip to Content. L’INPS informa i propri utenti che, in mattinata, è partita una campagna di malware attraverso l’invio di SMS che invitano a cliccare su un link per aggiornate la domanda che i contribuenti hanno presentato in merito al Bonus da 600 euro e chiedono di installare una APP malevola. Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018 Il messaggio dell’INPS riguarda tutte le categorie di lavoratori beneficiari dell’indennità Covid prevista del decreto Rilancio, ovvero: Per ciascuna di queste categorie viene fornita la “mappa” delle motivazioni di rigetto, che riportiamo di seguito: Per l’elenco dei documenti necessari per la domanda di riesame rimandiamo all’allegato 1 del messaggio INPS dell’11 agosto 2020, di seguito allegato: Articolo originale pubblicato su Informazione Fiscale qui: 84 del DL 34/2020. Bonus 600 e 1.000 euro, dall’INPS le istruzioni per il riesame delle domande respinte: 20 giorni di tempo per l’invio dei documenti necessari. La prestazione non può essere riconosciuta poiché, dai dati attualmente in possesso dell’Istituto, Lei risulta iscritto ad altre forme previdenziali obbligatorie. Se sei iscritto o devi iscriverti alla gestione separata INPS, ma già hai la partita IVA almeno aperta nel 2019 e ti hanno scartato la domanda di bonus di 600 euro, può chiedere il riesame scrivendo a riesamebonus600.tuasede@inps.it, in quanto il messaggio INPS 2263 DEL 1° GIUGNO vi conferisce il diritto al bonus e quindi al riesame per ottenerlo. Network, messaggio INPS n. 3088 del 10 agosto 2020, Bonus 600 e 1.000 euro, 20 giorni per il riesame delle domande. In questi casi, l’esito della domanda per il bonus 600 euro è provvisorio: tramite un “preavviso di reiezione” il cittadino viene informato che la sua domanda non è accoglibile, ma può comunque inviare all’INPS elementi che possano determinare un supplemento di istruttoria per l’eventuale accoglimento della domanda. Febbraio 2, 2021 at 05:52. riesame bonus 600 euro inps Non è ammesso il ricorso amministrativo, ma sarà possibile agire in autotutela e richiedere il riesame delle domande respinte, inviando i documenti integrativi entro il termine di 20 giorni dalla data di pubblicazione del messaggio n. 3088. 29); assenza del requisito delle 50 giornate di attività di lavoro nell’anno 2019 per gli operari agricoli a tempo determinato (art. 27 del DL 18/2020 o alla data del 19 maggio 2020 per l’indennità prevista dal comma 1 dell’art. Ma richiamando il principio di autotutela, il documento sottolinea che è possibile intervenire anche in caso di domanda per il bonus 600 euro respinta senza supplemento d’istruttoria inviando un’apposita documentazione alla casella istituzionale sempre entro la scadenza dei 20 giorni. La prestazione non può essere riconosciuta poiché, dai dati attualmente in possesso dell’Istituto, Lei non risulta alla data del 23 febbraio 2020 titolare di rapporto di collaborazione coordinata e continuativa, come risultante dalle comunicazioni obbligatorie (UNILAV) di cui al decreto del Ministro del Lavoro e della previdenza sociale del 30 ottobre 2007; inoltre dal controllo dei flussi Uniemens non risulta contribuzione di rapporto di collaborazione coordinata e continuativa (tipo rapporto 06 oppure 18). Ricorso Bonus respinto lavoratori stagionali a tempo determinato. Domanda bonus 600 euro respinta, le istruzioni INPS per richiedere il riesame, Informazione Fiscale S.r.l. : 13886391005 Il bonus di 600 euro viene destinato a fondo perduto e non concorre alla determinazione del reddito. La Sua domanda non può essere accolta poiché non sono presenti almeno 30 giornate con qualifica di stagionale nel periodo compreso tra il 01.01.2019 ed il 31.01.2020. La sua domanda non può essere accolta poiché, dai dati attualmente in possesso dell’Istituto, il reddito da cui deriva la contribuzione al Fondo pensioni dei lavoratori dello spettacolo nel 2019 è superiore a 35.000 euro. Con il documento, l’Istituto comunica che la prima fase di gestione delle richieste di accesso all’indennità Covid 19, presentate secondo le indicazioni fornite con la circolare numero 49 del 2020, è stata completata. La prestazione non può essere riconosciuta poiché il richiedente percepisce già un’altra indennità prevista per fronteggiare l’emergenza conseguente alla pandemia da Covid-19. Qualora sia in possesso di informazioni utili in merito, può inviare entro 20 giorni documentazione utile alla Sede Inps competente (cfr. Il (...) in . Nel caso di mancato accoglimento della domanda per il bonus 600 euro è stato inviato un preavviso di reiezione per consentire all’interessato di segnalare le informazioni per il riesame dell’istanza. 34 del 2020. La prestazione non può essere riconosciuta poiché, dai dati attualmente in possesso dell’Istituto, Lei non risulta avere almeno uno dei seguenti requisiti: La prestazione non può essere riconosciuta poiché, dai dati attualmente in possesso dell’Istituto, Lei non risulta avere almeno uno dei seguenti requisiti tra il 1° gennaio 2019 ed il 23 febbraio 2020: La Sua domanda non può essere accolta poiché, dai dati attualmente in possesso dell’Istituto, Lei risulta titolare di rapporto di lavoro dipendente. Lavorofisco.it 18 Maggio 2020. Tra i soggetti esclusi dal decreto Cura Italia rientravano i titolari di assegni di invalidità e i l avoratori stagionali che, dopo l’intervento del Governo, potranno presentare la domanda a giugno. Bonus 600 euro respinto? Bonus 600 euro, riesame delle domande dell'Inps: indennità per altri 42 mila. La sua domanda non può essere accolta poiché Lei risulta essere percettore di indennità di disoccupazione Naspi. Il mese di Giugno sancisce l’ufficialità dalle Fase 2 in Italia, ma ci sono ancora diversi problemi da risolvere relativi alla fase 1. ecco come richiedere il riesame della domanda. 30). La Sua domanda non può essere accolta poiché, dai dati attualmente in possesso dell’Istituto, Lei non risulta essere un lavoratore stagionale nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 ed il 17 marzo 2020. In ogni caso cittadini e patronati possono accedere al portale e verificare gli esiti di tutte le domande e, per quelli negativi, le relative motivazioni, nella sezione del sito INPS denominata Servizio “Indennità 600 euro”. La sua domanda non può essere accolta poiché, dai dati attualmente in possesso dell’Istituto, Lei non risulta avere almeno 7 contributi giornalieri versati nel Fondo pensioni dei lavoratori dello spettacolo nel 2019. In ogni caso, il messaggio specifica che la possibilità di allegare la documentazione aggiuntiva è prevista solo in caso di preavvisi di reiezione. La prestazione non può essere riconosciuta poiché, dai dati attualmente in possesso dell’Istituto, Lei risulta iscritto alla gestione autonoma dei Coltivatori diretti, coloni e mezzadri. La prestazione non può essere riconosciuta poiché, dai dati attualmente in possesso dell’Istituto, Lei non risulta avere inviato domanda di iscrizione alla Gestione separata. Con il messaggio n. 2263/2020 l’Inps ha dettato le istruzioni per il riesame delle domande rigettate del bonus di 600 euro che l’Istituto effettuerà entro il 21.06.2020. Ci sono 20 giorni a partire dal 1° giugno, ovvero dalla conoscenza della reiezione se successiva, per produrre la documentazione necessaria a dimostrare il diritto a ricevere l’indennità e trasmetterla secondo le modalità indicate da INPS nel messaggio numero 2263 del 2020: Trascorsi i 20 giorni, se non è stato presentato alcun documento, la domanda è definitivamente respinta. Invece, per coloro che non hanno presentato alcuna domanda, hanno tempo sino al 3 Giugno 2020, per inviare il modulo online, per ottenere il bonus di 600 euro. / C.F. L’INPS, con messaggio n. 2020 del 15 maggio 2020, chiarisce che in questi giorni, dopo aver completato il pagamento delle domande accolte, sta provvedendo all’elaborazione centrale alla comunicazione all’utenza delle domande respinte. Per i lavoratori che non hanno avuto accesso al bonus da 600 e 1.000 euro, nella sezione “Esiti” disponibile sul sito dell’INPS sarà possibile visualizzare le motivazioni per le istanze respinte. L’Inps con il messaggio del 21 aprile 2020 pubblicato sul suo portale ha chiarito che molte domande non sono state evase, e quindi l’ente non ha proceduto con l’accredito dei 600 euro perchè l’Iban comunicato dal richiedente era errato. Articolo originale pubblicato su Informazione Fiscale qui: Nel messaggio numero 2263 del 1° giugno 2020, l’INPS riepiloga le principali motivazioni per cui una domanda di accesso al bonus 600 euro può essere stata respinta: “Per alcune delle istanze per le quali sono presenti dati previdenziali alimentati sia dalle gestioni INPS che da Enti esterni (come, ad esempio, le Casse previdenziali private) è possibile che, al momento del controllo, il dato rilevato non sia consolidato, in ragione di attività amministrative o aggiornamenti dati ancora in corso”. Bonus 600 euro: riesame Inps per le richieste respinte Tempo di lettura: 4 minuti Anche chi non è ancora iscritto alla Gestione Separata se ha la partita Iva puo' essere ammesso al bonus. Al riguardo, considerato che l’invio delle denunce di manodopera con i flussi DMAG è consentito soltanto in determinati periodi temporali, ai fini del supplemento di istruttoria discendente dal preavviso di reiezione, sono prese in considerazione le denunce inviate nel mese di aprile, primo periodo utile stabilito dal legislatore per l’invio dei flussi, successivo a quello di invio del quarto trimestre 2019 (gennaio 2020)”. Le istruzioni INPS. Oltre al riesame della domanda del bonus 600 euro INPS via mail, va anche chiarito che all’interno del cassetto previdenziale dei singoli contribuenti è apparso, da qualche ora, anche un comando denominato “Produci documentazione”. BONUS 600 EURO RESPINTO: COME RICHIEDERE IL RIESAME. Il lavoratore potrà presentare domanda di riesame per richiedere all’INPS di effettuare nuovi controlli sui requisiti previsti. “In particolare, considerato che il mancato raggiungimento del requisito potrebbe essere stato determinato dal mancato invio nei termini legali di scadenza delle denunce di manodopera relative all’anno 2019 da parte del datore di lavoro, è stato consentito al potenziale beneficiario di segnalare, tra l’altro, l’avvenuto invio nel mese di aprile da parte del datore di lavoro di denunce di manodopera tardive (denunce relative all’anno 2019 inviate dopo la pubblicazione degli elenchi 2019) contenenti giornate di lavoro a lui riferite. / C.F. Iscrizione ROC n. 31534/2018, Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy, Questo sito contribuisce all'audience di La sua domanda non può essere accolta poiché, dai dati attualmente in possesso dell’Istituto, il reddito da cui deriva la contribuzione al Fondo pensioni dei lavoratori dello spettacolo nel 2019 è superiore a 50.000 euro. La prestazione non può essere riconosciuta poiché, dai dati attualmente in possesso dell’Istituto, Lei non risulta avere almeno uno dei seguenti requisiti tra il 1° gennaio 2019 ed il 31 gennaio 2020: La prestazione non può essere riconosciuta poiché, dai dati attualmente in possesso dell’Istituto risulta non avere un rapporto di lavoro con un’impresa utilizzatrice attiva nel settore del turismo e degli stabilimenti termali nel periodo tra il 1° gennaio 2019 e il 17 marzo 2020. Chi ha ricevuto un messaggio con la notizia che la domanda di accesso al bonus 600 euro per il mese di marzo 2020 è stata respinta può procedere seguendo le indicazioni fornite dall’INPS. La prestazione non può essere riconosciuta poiché, dai dati attualmente in possesso dell’Istituto, il Suo rapporto di lavoro stagionale/somministrato non è cessato involontariamente oppure è cessato in data antecedente al 1° gennaio 2019 ovvero successivamente al 17 marzo 2020 per i lavoratori del settore turismo e stabilimenti termali o successivamente al 31 gennaio 2020 per i lavoratori degli altri settori. La documentazione integrativa potrà essere presentata anche alla Struttura territoriale di competenza utilizzando la PEC dedicata, denominata [email protected], istituita per ogni Struttura territoriale INPS. Tracciamento domanda INPS per bonus 600 euro: procedura classica In primo luogo, gli utenti potrebbero essere indotti a cercare su Google l’apposita pagina utile per conoscere lo stato della domanda mandata all’INPS affinché si possa ricevere il bonus 600 euro. 0 2.906 . Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018 Regole specifiche sono previste per i lavoratori agricoli. La sua domanda non può essere accolta poiché Lei risulta beneficiario di Reddito di cittadinanza, pertanto trova applicazione la disciplina di cui al comma 1 dell’articolo 31 del D.L. La sua domanda non può essere accolta poiché, dai dati attualmente in possesso dell’Istituto, Lei non risulta avere almeno 30 giorni riferiti a uno o più rapporti di lavoro di tipo intermittente tra il 1° gennaio 2019 ed il 31 gennaio 2020. Il messaggio INPS numero 2263 del 1° giugno 2020, inoltre, illustra altre due strumenti accessibili sempre tramite la funzione “Esiti” presente sul portale INPS nel servizio “Indennità 600 euro”: Le azioni possono essere effettuate solo dal titolare del PIN che ha presentato domanda per il bonus 600 euro del mese di marzo, vale a dire che se l’interessato ha presentato la richiesta di accesso al beneficio tramite un patronato per eventuali variazioni, non potrà agire in autonomia. La prestazione non può essere riconosciuta poiché, dai dati attualmente in possesso dell’Istituto, Lei non risulta aver presentato la domanda entro i termini previsti. Se anche al seguito del riesame la domanda sarà respinta, allora l’interessato potrà esclusivamente presentare ricorso di natura giudiziaria , in quanto non è ammesso il ricorso amministrativo . LIMITE DI SPESA. Bonus 600 euro: chiarimenti dall’Inps. Bonus 600 e 1.000 euro, l’INPS chiude la prima fase di gestione delle domande e, con il messaggio n. 3088 del 10 agosto 2020, fornisce le istruzioni per le richieste di riesame. A seguito della pubblicazione del Decreto Liquidità sono cambiati i requisiti necessari per richiedere il Bonus 600 euro.. La scadenza è fissata al 30 agosto 2020. Bonus 600 euro INPS: Bonus 600 euro INPS: l'Inps ha erogato i pagamenti per il bonus da 600 euro previsti per il mese di aprile. Il lavoratore e il patronato hanno la possibilità di presentare una istanza di riesame per la domanda di bonus 600 euro respinta e indurre l’INPS a verificare i risultati che derivano dai controlli automatici ed il rispetto dei requisiti. rinunciare al pagamento del bonus 600 euro, con l’annullamento della relativa domanda. Ginnastica Artistica. 28); assenza dei requisiti contributivi e reddituali previsti per i lavoratori dello spettacolo (art. Home; Segreteria; Sport. Allo stesso tempo, infatti, sono state pubblicate le motivazioni delle istanze respinte per non avere superato i controlli relativi all’accertamento dei requisiti previsti dalle relative disposizioni. Senza categoria. Bonus 600 euro di marzo e aprile, domande in scadenza per titolari di AOI Con il comunicato stampa dell’1 giugno 2020, l’INPS ha reso noto che i soggetti titolari di assegno ordinario di invalidità (AOI) potranno presentare domanda per il “bonus 600 euro” di marzo, fino all’8 giugno 2020 (termine previsto inizialmente al 3 giugno 2020). Bonus 600 euro stagionali turismo e terme. Le modalità di riesame domanda Image by PublicDomainPictures from Pixabay. La prestazione non può essere riconosciuta poiché, dai dati attualmente in possesso dell’Istituto, risulta non avere un rapporto di lavoro nel settore del turismo e degli stabilimenti termali nel periodo tra il 1° gennaio 2019 e il 17 marzo 2020. Chi intende procedere con la rinuncia al bonus 600 euro che ha già ricevuto deve restituire la somma, dando disposizioni al gestore del suo conto di eseguire lo storno del bonifico verso la Banca d’Italia (Banca emittente il bonifico) sull’IBAN IT42E010000323500000000INPS con la necessaria specificazione del CRO dell’originario bonifico comunicandolo alla struttura territoriale competente. Così facendo, con ogni probabilità vi ritroverete in questa specifica sezione. A fare un punto della situazione sulla vicenda è stato un sito autorevole come Huffington Post, secondo cui l’idea di percepire immediatamente il bonus da 600 euro a questo punto può essere archiviata. Rispondi. - P.I. L’esito delle domande è comunicato al lavoratore e al Patronato, mediante visualizzazione delle causali di reiezione alla voce “Esiti” del Servizio “Indennità 600/1000 euro” disponibile sul sito dell’INPS. Network, istruzioni fornite con la notizia del 26 aprile 2020, Domanda bonus 600 euro respinta, le istruzioni INPS per richiedere il riesame. sta iniziando ad arrivare in automatico anche per il mese di aprile (solo per chi aveva già ottenuto la mensilità di marzo).. Invece, per chi ha visto respingere la domanda presentata all’Inps, potrebbero essere in arrivo buone notizie, o almeno un’ulteriore possibilità: a breve sarà possibile presentare ricorso. Entro 20 giorni dall’esito negativo della domanda Bonus 1800 euro, i lavoratori del turismo e degli stabilimenti termali, a tempo determinato, possono presentare un riesame dell’istanza, entro il 19 Novembre 2020. La Sua domanda non può essere accolta poiché, dai dati attualmente in possesso dell’Istituto, Lei risulta titolare di rapporto di lavoro dipendente a tempo indeterminato, ad esclusione di quello intermittente alla data di presentazione della domanda. a. riesame domanda bonus 600 euro respinta con “preavviso di reiezione”. Il bonus 600 euro per lavoratori autonomi, professionisti, ecc. La prestazione non può essere riconosciuta poiché, dai dati attualmente in possesso dell’Istituto, Lei non risulta avere almeno 50 giornate di effettivo lavoro agricolo nell’anno 2019. Bonus 600 euro lavoratori stagionali turismo e terme: ecco il messaggio Inps per richiedere il riesame delle domande e verificarne l’esito preliminare. Rinuncia al bonus 600 euro richiesto a marzo, le istruzioni INPS. La prestazione non può essere riconosciuta poiché, dai dati attualmente in possesso dell’Istituto, Lei non risulta titolare di partita IVA attiva alla data del 23 febbraio 2020 per l’indennità prevista dall’art. 29); assenza del requisito di cessazione involontaria per lavoratore stagionale del turismo e degli stabilimenti termali (art. La sua domanda non può essere accolta poiché Lei risulta titolare del Reddito di Emergenza di cui all’articolo 82 del Decreto-legge 34 del 2020. Posted . By . La prestazione non può essere riconosciuta poiché, dai dati attualmente in possesso dell’Istituto, Lei non risulta titolare di un rapporto di collaborazione coordinata e continuativa cessato entro il 19 maggio 2020 incluso, come risultante dalle comunicazioni obbligatorie (UNILAV) di cui al decreto del Ministro del Lavoro e della previdenza sociale del 30 ottobre 2007. La Sua domanda non può essere accolta poiché Lei non risulta essere un lavoratore stagionale nei settori produttivi del turismo e degli stabilimenti termali nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 e il 17 marzo 2020. stagionali dei settori diversi dal turismo e dagli stabilimenti termali; lavoratori in somministrazione nei settori del turismo e degli stabilimenti termali; lavoratori dello spettacolo con almeno 7 giorni di contribuzione e reddito annuale non superiore a 35.000 euro. Organigramma; I NOSTRI CORSI; Chi siamo Image by martaposemuckel from Pixabay Novità per il bonus 600 euro per lavoratori stagionali del turismo e degli … La Sua domanda non può essere accolta poiché Lei risulta essere autorizzato alla fruizione di uno dei trattamenti di integrazione salariale previsti dagli artt. Dalla tardiva presentazione della domanda, fino alla mancanza di uno o più requisiti previsti: il messaggio INPS n. 3088 del 10 agosto 2020 fornisce il dettaglio delle motivazioni alla base del rigetto della domanda per il bonus da 600 e 1.000 euro. Nel messaggio INPS numero 2263 del 1° giugno 2020 tutte le istruzioni per verificare quando è possibile, entro quale scadenza e con quali modalità. Menu. La scadenza è quindi fissata al 30 agosto 2020. titolarità di un trattamento pensionistico diretto al mese di marzo 2020; percezione del Reddito/Pensione di Cittadinanza nel mese di marzo 2020; titolarità di un rapporto di lavoro dipendente, ove non consentito; assenza dell’iscrizione alle gestioni Autonome, ove richiesta (art. La prestazione non può essere riconosciuta poiché risulta essere beneficiario della indennità Covid-19 per lavoratori domestici. La Sua domanda non può essere accolta poiché, dai dati attualmente in possesso dell’Istituto, Lei non risulta essere un lavoratore in somministrazione impiegato presso imprese utilizzatrici operanti nel settore del turismo e degli stabilimenti termali nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 e il 17 marzo 2020. Domanda bonus 600 euro respinta, come richiedere il riesame? La sua domanda non può essere accolta poiché, dai dati attualmente in possesso dell’Istituto, Lei non risulta avere almeno 30 contributi giornalieri versati nel Fondo pensioni dei lavoratori dello spettacolo nel 2019. Ecco come richiederlo e … Prima hanno scoperto di non aver diritto al bonus di 600 euro perché non risultavano iscritti alla gestione separata dell’Inps. Bonus 600 euro non pagato, come presentare ricorso all’Inps C’è tempo fino al 20 giugno per presentare richiesta di riesame al Inps contro il rigetto del bonus 600 euro. Bonus 600 euro: ecco tempistiche, modalità di pagamento e novità Francesco Moria Maggio 22, 2020 Per tutte le categorie che già avevano percepito in riferimento a marzo 2020 il Bonus 600 euro, il sussidio sta per essere confermato, senza dover presentare nuova domanda come stabilito dal Decreto Rilancio. Sarà questa la base di partenza per la richiesta di riesame amministrativo e per l’invio dei documenti necessari entro il termine di 20 giorni. Una delle novità introdotte dal decreto Rilancio, come accennato sopra, riguarda l’ampliamento della platea dei beneficiari del bonus 600 euro Inps. Iscrizione ROC n. 31534/2018, Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy, Questo sito contribuisce all'audience di Le tempistiche per il saldo del bonus da 600 euro. Facebook Twitter LinkedIn Messenger Messenger Email Stampa.