Si può suddividere in due grandi periodi: l'arte predinastica o preistorica, e l'arte dinastica. //**lettere**\\. GLI EGIZI: PARTE 1 Ecco una mappa per conoscere gli antichi egizi: prima parte! mappa concettuale gli egizi, per la scuola elementare e per la materia storia45. Gli Egizi Egizi disegni da colorare La maledizione della mummia (da Larissa) Musica nell'Antico Egitto (da Larissa) Gli Dei egizi (da Larissa) Lavoro interdisciplinare sugli Egizi (da Milena) Dei Egizi (disegni) da Teacher83 Piramide sociale egizia (disegno) da Teacher83 Altre schede e attività per storia classe IV Particolarmente interessante è la stele En, meglio nota come "stele Egea" poiché reca toponimi di città cretesi e dell'area continentale greca a riprova di collegamenti politico-commerciali con quelle aree geografiche. In questo periodo si diffuse l'utilizzo di canopi in terracotta per conservare le viscere delle mummie ed una raffinata arte del mobile (dai letti funerari ai troni). L'arte dinastica si caratterizzò sia per l'armonia rigorosa delle geometrie sia per la vastità dei temi descritti e per la ricchezza del pantheon divino. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001. Questo periodo viene anche definito classico[2], poiché in esso nascono e si definiscono tutti i concetti della futura società egizia, come la regalità divina (il faraone diviene un dio, Figlio di Ra) e la casta sacerdotale, si sviluppa la cosmogonia divina, la scrittura, si perfeziona l'arte della mummificazione dei defunti e germogliano gli schemi, le iconografie e gli stili dell'arte, che caratterizzeranno tutta la futura produzione artistica della storia egizia, pur con qualche evoluzione e innovazione. 25-gen-2018 - Esplora la bacheca "Babilonesi" di Ciro Rizzi su Pinterest. A questo periodo, detto anche Arcaico, si fanno risalire le prime forme di scrittura geroglifica e i primi centri del potere in grado di promuovere la realizzazione di grandi opere pubbliche. La capitale Menfi perde d'importanza per cedere il posto a Heracleopolis Magna e Tebe. Scarse sono le testimonianze della statuaria regale, mentre sono meglio testimoniate le sculture di ambito privato (governatori, dignitari, sacerdoti). 4a elementare: Mappa concettuale EGIZI, per la materia storia45 per la scuola elementare La tomba di Nebamon contiene uno degli esempi più classici di rappresentazione egizia che può meglio servire a comprendere lo stile pittorico che permea tutta la storia dell'arte egiziana. Il verde derivava dai sali di rame. Tipo particolare di tempio è quello "a terrazze"; si presenta particolarmente scenografico, benché non sia tipico di questo periodo storico, ma risalente alla XI dinastia. L'arte decorativa di questo periodo era costituita da: vasi realizzati inizialmente in terra del Nilo o in pietra e in un secondo tempo in argilla, statuette in terracotta e in avorio raffiguranti uomini e animali al lavoro, tavolozze in scisto a forma di animale che col tempo passarono dal solo uso pratico, usati per la cosmesi, ad assumere un carattere votivo con l'aggiunta di raffigurazioni in rilievo. È qui, infatti, che scavi recenti compiuti dall'Istituto Archeologico Austriaco del Cairo hanno portato alla luce tre Palazzi "reali" denominati "F", "G" e "J", databili al periodo dei re Thutmosi III ed Amenhotep II della XVIII dinastia a riprova, peraltro, che mai la città di Avaris venne abbandonata anche durante il Nuovo Regno. Ecco che, infatti, il lago è rappresentato in pianta, così che sia ben distinguibile che si tratta di un lago, mentre gli alberi che lo circondano, e gli animali, sono rappresentati di prospetto. Si ottenevano così rappresentazioni per "assemblaggio" logico, senza nessun interesse nell'illusionismo di creare figure che dessero l'idea allo spettatore di averle realmente davanti. Il faraone Mentuhotep II sovrano dell'XI dinastia, già fondata nel periodo precedente dal faraone Mentuhotep I, unifica l'Egitto e viene considerato dagli storici come il fondatore del Medio Regno. Con la XIX dinastia, abbandonati gli stili del periodo amarniano, si torna ad una rappresentazione più classica e tradizionale, ispirata a modelli del periodo thutmoside. Un esempio di pittura su stucco dell'Antico Regno sono le Oche di Meidum. Nasce il rilievo storico egiziano[20], Pitture dalla tomba di Nebamon, Londra, British Museum. UN PICCOLO LIBRO SUGLI EGIZI Gli Egizi: un volumetto di 14 pagine da stampare in cui vengono raccontati il regno antico, il regno medio e nuovo, lìallevamento, la pesca e la caccia, le piene del fiume Nilo. Sotto l'XI dinastia le masse e il modellato della figura umana risultano poderose e massicce, poiché la statua del faraone doveva esprimere forza e stabilità. La prima capitale dell'Egitto unificato è Thinis, da cui il periodo prende il nome, con la necropoli reale di Abido e la seconda è Menfi con la necropoli di Saqqara. L'arte egizia ha origini antichissime, precedenti al IV millennio a.C., e si intreccia nei secoli con l'arte delle culture vicine (siro-palestinese e fenicia). Collage di oggetti artistici del periodo predinastico. UNISON - Consorzio di Cooperative Sociali di Gallarate. Tra le tavolozze di questo periodo si annoverano la Tavolozza della caccia, divisa tra il British Museum ed il Louvre,[1] la Tavolozza della battaglia e la tavoletta di Narmer, conservata al museo del Cairo che segnò, per le sue caratteristiche artistiche e culturali, il punto di passaggio fra il periodo preistorico e quello dinastico. I faraoni realizzano le loro sepolture nelle città d'origine, quasi sempre internamente al recinto sacro del maggior tempio della città per evitarne il saccheggio. Questo periodo vede succedersi la VII-VIII-IX-X dinastia. Le sepolture mostrano in superficie dei tumuli in mattoni crudi, a forma di tronco piramidale rastremati verso l'alto, con i fianchi movimentati da giochi di luce e ombre (realizzati modulando le facciate con sporgenze e rientranze). Durante il Nuovo Regno i templi si diffondono ulteriormente, anche se la sede di quelli più famosi si conferma Tebe, l'antica "Niwt-Imn", ovvero Città di Amon. Ahmose unifica l'Egitto e da inizio alla XVIII dinastia e al Nuovo Regno. Ho iniziato a lavorare nel sociale dal 1987 svolgendo Servizio civile (20 mesi) presso La Nostra Famiglia di Castiglione Olona (VA). La produzione di gioielleria, ricca di monili e di collane nell'antichità, visse il suo momento migliore durante il Medio Regno, ben esemplificata dai diademi, dai pettorali dorati con pietre preziose, dai braccialetti, dalle cinture ritrovati nelle tombe di Dahshur, tra le quali annoveriamo il tesoro funebre della principessa Khnumit. Oltre all'architettura funebre regale, si diffonde anche un'architettura funebre privata con la realizzazione di tombe, da semplici mastabe a riproduzioni in miniatura delle piramide reali, per i nobili, i dignitari, i funzionari di corte, gli artigiani più agiati e le loro famiglie. Tutte le Tombe dei Nobili sono contrassegnate dalla sigla "TT" seguita da un progressivo riferito all'ordine di scoperta. Nella sua struttura base, il Tempio egizio è preceduto da un viale d'accesso con sfingi criocefale, da un massiccio pilone esterno che introduce al peristilio (o corte Colonnata) ove è ancora ammesso l'accesso ai fedeli; seguono la sala ipostila (che con le sue numerose colonne simboleggia la palude primordiale da cui emerse il monticello primigenio con ciò giustificando il percorso ascensionale sopra delineato), quindi il vestibolo, riservato ai sacerdoti ed alla preparazione dei culti, ed il naos, la cella, il cui accesso è consentito solo al re e, in sua sostituzione, al profeta[10]. L'espressione più nota della cultura egizia a partire dall'Antico Regno è l'architettura delle colossali piramidi: già nella III dinastia il faraone Djoser (2700 - 2650 a.C. circa)[3] si fece costruire la prima piramide a gradoni a Saqqara, prendendo ispirazione dalle ziqqurat della Mesopotamia e da una sovrapposizione di mastabe, tombe tradizionali. 14 pensieri su ... Maria su LAPBOOK:GLI ANIMALI: Arte assira). Visualizza altre idee su storia, scuola, mappe. Gli antichi egizi utilizzavano un sistema decimale per la scrittura dei numeri, anche se nei nomi dei numeri sono rimaste tracce di uno stadio primitivo in cui veniva adottato un sistema a base cinque. Durante il Medio Regno la pittura prende il sopravvento sulle arti scultoree per la sua maggiore facilità di esecuzione. Il Terzo periodo intermedio vede la divisione del regno faraonico, con la Nubia che si autoproclama indipendente dal potere centrale, con fondazione di una propria dinastia con sede a Napata; la Libia e la Siria saranno sottratte dall'influenza egiziana dal nascente impero assiro e l'Alto Egitto si costituirà in regno dipendente, con proprie dinastie e nuove capitali. Gli appunti dalle medie, alle superiori e l'università sul motore di ricerca appunti di Skuola.net. Elementare | AiutoDislessia.net "Le Muse", De Agostini, Novara, 1965, Vol.IV, pag.312-318. Non necessariamente il termine "tributo" va in questo caso inteso come pagamento di tasse ad un popolo dominatore giacché, specie nel caso dei popoli egei, non esisteva alcun rapporto di sudditanza e, anzi, i "tributari" egei sono normalmente rappresentati in posizioni che ne chiariscono la differente collocazione rispetto ad altri popoli come i siriani, o i libici, o agli schiavi. Gli Egizi Marta Cangi – Master in Insegnare Italiano a stranieri- 3 Anche le attività sono concepite nel modo più stimolante possibile e in modo variegato. Qui sono stati di recente scoperti tre Palazzi reali (denominati "F", "G" e "J") con frammenti di affreschi di chiaro impianto minoico, sia come preparazione del fondo sia, e specialmente, per gli argomenti trattati. Il periodo tardo vede svilupparsi il ritratto individualizzato, ovvero la rappresentazione dei committenti con fisionomie veritiere e segnate dall'invecchiamento. Qui di seguito una breve panoramica degli dèi egizi più importanti: Atum Atum era il padre degli degli dèi. Gli uomini seduti appoggiavano il palmo della mano sulla coscia, mentre quelli in piedi, se di sesso maschile, tenevano il piede sinistro più avanzato. Dal 2510 a.C. circa, inizio della V dinastia, si sviluppano i primi templi solari, come Abu Gurab, edificati per venerare la divinità più importante del pantheon egizio del periodo, Amon - Ra dio del sole, padre degli dei e creatore della vita sulla terra. Le tombe si dispongono su due livelli: superiormente vengono poste delle cappelle per l'adorazione del defunto e inferiormente viene posta la camera sepolcrale. Dal 1991 al 2009 ho lavorato a Lurate Caccivio (Como) occupandomi di disabilità di diverso tipo e dal 2009 svolgo Educative scolastiche e Assistenze Domiciliari Minori a Olgiate C. È VIETATO PUBBLICARE E/O RIPRODURRE LE MAPPE SU ALTRI SITI, riutilizzare anche parzialmente articoli, testi, contenuti in questo portale, ferma restando la possibilità di usufruire di tale materiale per uso personale e per scopi non commerciali, nel rispetto di quanto stabilito dalle norme sul diritto d'autore e sui diritti di proprietà intellettuale, Legge 22 aprile 1941 n. 633. DI SEGUITO GLI ALLEGATI RELATIVI AL LAPBOOK: I FILE DA SCARICARE SONO DUE attivita-inglese-tempo-lapbook lapbook-inglese. 24-feb-2015 - Gli Egizi Sc. 23-ott-2015 - "MAPPE CONCETTUALI, SCHEMI E SINTESI utili per dislessia e DSA" Leggi gli appunti su arte-egizia qui. Le conseguenze di questa visione sono che in una figura umana le spalle e il busto sono di solito collocati frontalmente, il bacino di tre quarti, le gambe di profilo, di solito aperte della larghezza di una passo; il viso è di profilo, ma l'occhio è raffigurato di fronte. Nella fase ramesside si torna ad un uso tipicamente funerario e religioso, con scene più sobrie e meno incentrate sulla vita quotidiana. Questo tipo architettonico avrà grande successo e sviluppo nel periodo tolemaico. Leggi gli appunti su egizi qui. nel 3000 avanti cristo narmer unifica i due regni e diventa il Le innumerevoli testimonianze giunteci dai templi dell'intero Paese e dalle decoratissime tombe della necropoli tebana[14] dimostrano un alto sviluppo di queste arti che sperimentano peraltro nuove tecniche, nuovi canoni e nuovi temi, con una perfezione e una padronanza dell'uso del disegno fin nei minimi particolari mai raggiunta nei periodi precedenti. Pagina Facebook. L'Antico Regno è il primo dei tre principali periodi della storia egiziana antica, comprende la III-IV-V-VI dinastia. Grande diffusione nel corredo funebre, di modellini in legno rappresentanti guerrieri, scene di vita quotidiana e imbarcazioni; gli ushabti dovevano sostituire nell'aldilà i servitori alle dipendenze del defunto per lo svolgimento dei lavori terreni. Inoltre la descrizione della civiltà egizia, le divinità egiziane e come era vivere… Leggi tutto Grande attenzione viene di solito posta nei volti, con una maggiore delicatezza nella resa del modellato e dei lineamenti. Sono un Educatore professionale, attualmente lavoro per i Servizi Sociali di Olgiate Comasco (Como) tramite la UNISON - Consorzio di Cooperative Sociali di Gallarate. Il più noto, quello di Hatshepsut, venne infatti costruito a ridosso del preesistente tempio funerario di Mentuhotep II proprio con l'intento di riallacciarsi ad una struttura classica in una sorta di "rinascimento" architettonico egizio. In tal senso esistevano, perciò, “profeti” per ogni divinità; normalmente affiancato dal numero ordinale (Primo, Secondo, Terzo etc.) L'interesse degli artisti egizi nella raffigurazione di un oggetto o di una figura umana era quello di presentarne il più possibile la totalità fisica, senza la "scelta" di un punto di vista unico, anzi selezionando anche più punti di vista in modo da avere la migliore prospettiva per ogni singolo elemento che compone la figura, studiata quindi parte per parte e non nella sua interezza. La situazione si presenta in tale periodo caotica al punto che, in un certo momento storico (1640-1550 a.C.) si trovano a coesistere ben tre Dinastie: le due Hyksos, XV e XVI dette "degli Hiksos maggiori" e "minori", nonché la XVII costituita dai Principi tebani da cui scaturirà la guerra di liberazione del Paese[9]. In tutta l'arte predinastica notevole fu l'influsso proveniente dalla Mesopotamia. Tra gli animali, le lucertole e le api venivano raffigurate dall'alto ed i coccodrilli di profilo. L'inizio del periodo vede il potere centrale sgretolarsi e perdere di consistenza. Del periodo arcaico abbiamo scarse testimonianze archeologiche in tutti i campi artistici. Esistono varie ipotesi sulla identità etnica degli Hyksos (termine greco per rendere l'originale Heka Khawaset), ma esistono dubbi anche sul fatto che si trattasse di un unico popolo etnicamente individuabile: esuli, mercenari, mercanti di area orientale, ed il fatto stesso che non esistano riscontri storici di una occupazione militare, lascia supporre che la loro ascesa al potere reale nel Basso Egitto sia avvenuta gradualmente e senza “traumi”. Con l'avvento della XVIII dinastia si recuperano, come nell'architettura, i canoni possenti del Medio Regno: sotto il regno di Hatshepsut e Thutmose III i lineamenti del volto assumono caratteristiche di maggiore mascolinità e tendono ad allargarsi; con Thutmose IV e Amenofi III i ritratti assumono un carattere per lo più idealizzato. Il paese verrà conquistato dai Persiani che domineranno fino alla conquista di Alessandro Magno nel 343 a.C.. Con la conquista macedone inizia l'ultimo periodo della storia egizia, il periodo tolemaico, che si concluderà nel 31 a.C. con la sconfitta di Marco Antonio e Cleopatra ad Azio[21].