Se, invece, dalla riliquidazione deriva un debito , la prestazione ricalcolata è messa in pagamento per il suo esatto ammontare, e le somme indebitamente pagate sono recuperate a rate, o in un’unica soluzione, a seconda dell’importo dovuto. In caso di condanna, l’INPS dovrà liquidare anche gli arretrati degli importi dovuti e non percepiti degli ultimi cinque anni (il diritto di ottenere quelli precedenti è prescritto), per un importo medio di circa € 12.000,00. C.F. Continuando la navigazione accetti il loro uso. "La Legge per Tutti" è una testata giornalistica fondata dall'avv. La differenza tra i due termini è sostanziale: nel caso di intervenuta decadenza si perde il diritto alla prestazione o al ricalcolo; in caso di prescrizione non si perde il diritto al ricalcolo ma si potrebbero  perdere una parte degli arretrati spettanti (quelli oltre il periodo di prescrizione). Come lei stessa dice sono moltissime le persone nella sua stessa situazione e l’INPS oltre a dover gestire le nuove domande di pensione deve gestire anche questi numerosissimi ricalcoli e quindi, a mio avviso, occorre avere pazienza. I contributi versati dopo che il lavoratore si è pensionato possono essere utilizzati per liquidare un supplemento dell’assegno spettante: in pratica si tratta di un’aggiunta alla pensione, proporzionata all’ammontare della contribuzione ulteriore. L’INPS gli ha quindi comunicato tramite una prima raccomandata l’eliminazione della pensione, e con una seconda lettera la richiesta di restituzione della somma indebitamente percepita. Collabora con varie emittenti televisive su temi previdenziali e delle pensioni; tra queste: RAI3, 7Gold Telecity, Telelombardia, Telereporter, Telenova, Odeon TV. La novità riguarda circa 5,6 milioni di pensionati che potranno avere una riduzione della pensione se l’importo è superiore a tre volte il minimo Inps (1.522,26 euro al mese). Se come leggo è pari a 5 anni perchè l’inps non fa il ricalcolo sul 2014? rihiesta all’INPS per ottenere il ricalcolo della pensione scadrà dopo tre anni dalla decorrenza della pensione, trascorso il quale si decade dal diritto al ricalcolo (attenzione: il termine di decadenza può essere interrotto solo con un ricorso legale). La ricostituzione della pensione consente la rideterminazione dell’importo di pensione, entro termini stabiliti da specifiche disposizioni di legge, per effetto di riconoscimento di contribuzione (figurativa, obbligatoria, da riscatto) versata o maturata in data anteriore a quella di decorrenza della pensione … Il ricalcolo comporta un aumento della pensione variabile dalle 150,00 € alle 250,00 € mensili circa. Se invece il ricalcolo della pensione viene concretizzato entro tale limite temporale, il pensionato può richiedere un adeguamento della liquidazione. La questione, nota agli addetti ai lavori, ma non alla maggioranza dei pensionati, è sorta nel 2011 con l’approvazione della legge n° 98/2011. Infatti con sentenza Cass. Ricordo che la nuova normativa è entrata in vigore dal 6 luglio 2011 e, pertanto, si applica esclusivamente alle prestazioni previdenziali che hanno decorrenza da questa data. Paolo Zani matura una lunga esperienza col Patronato INAS assumendo la responsabilità della struttura di Parma prima e di Milano poi. Nel suo caso, quindi, è possibile richiedere il ricalcolo della pensione solo nel caso che si siano presentate delle variazioni che possano incidere sul calcolo dell’assegno spettante. RICORSO RICALCOLO PENSIONE SISTEMA MISTO PER APPLICAZIONE art.54 DPR n.1092/1973. La ricostituzione non comporta una semplice aggiunta al trattamento, ... Il credito dell’Inps è soggetto alla prescrizione ordinaria decennale, ma non è rilevabile d’ufficio, pertanto dovrà essere l’interessato ad eccepirlo. Il credito dell’Inps è soggetto alla prescrizione ordinaria decennale, ma non è rilevabile d’ufficio, pertanto dovrà essere l’interessato ad eccepirlo. Troverete un approfondimento sul tema e su chi sia interessato alla questione nel numero 90  di Previdenza Flash. La Corte di Cassazione ha sempre sostenuto che debba essere l’INPS a rispondere dell’errore commesso, quindi il contribuente ha diritto ad essere risarcito. Oppure iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato. OBIETTIVO DEL RICORSO: Ottenere il ricalcolo della pensione mediante applicazione della corretta aliquota pensionistica. L’Inps, pertanto, liquida una prestazione, detta appunto pensione supplementare, che si aggiunge alla pensione principale in pagamento. L’accredito della nuova contribuzione può avvenire in due differenti modalità, a seconda della data di versamento dei contributi: – tramite supplemento di pensione, se i contributi aggiuntivi sono temporalmente successivi alla decorrenza della prestazione; – tramite ricostituzione della pensione, se la contribuzione è precedente. Il ricalcolo, infatti, va ... le somme liquidate a titolo di arretrati sono sempre sottoposte ai termini ordinari di prescrizione. note. Con una recente circolare l’Inps ha annunciato e illustrato le modalità di ricalcolo dei trattamenti pensionistici. | Codice Univoco: M5UXCR1 | IBAN: IT 07 G 02008 16202 000102945845 - Swift UNCRITM1590, Supporto legale 100% online per avviare e gestire la tua attività, Questo sito contribuisce alla audience di, Richiedi una consulenza ai nostri professionisti. Pensione e ulteriori contributi: riliquidazione, revoca, supplemento e pensione supplementare. Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato. SISTEMI e STRATEGIE per … Questo sito utilizza i cookies per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. 54 della L n. 88 /1989, ha l’obbligo di comunicare all'assicurato che ne fa richiesta i dati relativi alla propria situazione pensionistica e previdenziale. Se un pensionato, dopo la liquidazione del trattamento, può far valere altri contributi oltre a quelli già inclusi nel calcolo della pensione, ha diritto al ricalcolo dell’assegno. E' consulente di varie associazioni di volontariato tra le quali ALOMAR - malati reumatici, GILS - Lotta alla sclerodermia, FAIS - associazione stomizzati. 1092/73. Dalle organizzazioni sindacali non è scaturito altro che un banale invito a rivolgersi ai loro patronati, in questo non considerando il marginale fatto che, per fare il calcolo della pensione, i patronati utilizzano il programma Ca.R.Pe., cioè lo stesso programma utilizzato da INPS, che dal 2009 appunto non tiene conto dei coefficenti di rivalutazione delle retribuzioni figurative. Claudio Fatta informa del danno arrecato da parte dell'INPS a causa della erronea applicazione della normativa che disciplina il calcolo della pensione … 18 were here. Sulle somme da recuperare non spettano gli interessi, a meno che l’indebito sia stato determinato dal dolo del pensionato. Con la presente nota lo Studio legale dell'Avv. Il supplemento di pensione è calcolato con gli stessi criteri previsti per le pensioni, prendendo in considerazione retribuzione e contributi accreditati tra la data di decorrenza del trattamento, o del precedente supplemento, e quella del supplemento da liquidare. Di recente, infatti, la giurisprudenza di merito, in relazione ad un caso analogo, ha ribadito questo concetto nei termini che seguono: “In concreto la parte ricorrente, per il caso in esame, ha invocato a sostegno delle domande azionate l’operatività dell’art. Oggi parliamo del ''ricalcolo pensione inps'' perché, anche se può sembrare strano, molte volte l’Inps può sbagliare.. Con tale affermazione si vuole chiarire, una volta per tutte, che vi possono essere, e non sono affatto infrequenti, errori commessi da parte dell’Istituto nel calcolo della pensione. Published on Maggio 20th, 2014 | D’ufficio l’inps procede al ricalcolo della pensione il 22/1/2019. Questo sito internet non è a scopo di lucro e, insieme al periodico informativo “Previdenza.flash” - voluto dalla Federazione nazionale pensionati della Cisl di Milano - ha l’ambizioso obiettivo di far conoscere le opportunità previste dal nostro welfare, e di fornire ai lavoratori e ai pensionati uno strumento di consultazione in campo socio-previdenziale. Una recente puntata della trasmissione di “Ballarò” ha affrontato il tema della decadenza dal diritto a richiedere la riliquidazione della pensione in caso di errore di calcolo da parte dell’INPS. Al proposito la Corte costituzionale, con sentenza  2 aprile 2014, n. 69 ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art.38, comma 4, del decreto legge 6 luglio 2011, n. 98, convertito con modificazioni dall’articolo 1, comma 1, della legge 15 luglio 2011, n.111 nella parte in cui prevede che le disposizioni di cui al comma 1, lettera d), si applicano anche ai giudizi pendenti in primo grado alla data di entrata di entrata in vigore del citato decreto (6 luglio 2011)Ergo, per le prestazioni previdenziali liquidate anterioremente al 6 luglio 2011 continuano ad applicarsi le precedenti normative per quanto rigurada la prescrizione (decennale o quinquennale a seconda dei casi). Il supplemento non ha limiti d’importo, e si somma anche alla pensione liquidata in base all’anzianità contributiva massima; se, però, il trattamento preesistente è integrato al minimo, e, sommando la pensione non integrata ed il supplemento, questo viene interamente assorbito, la pensione rimane ferma al trattamento minimo; se è superiore, l’ incremento della prestazione risulterà pari alla differenza tra il supplemento e l’integrazione. L’INPS - Istituto Nazionale della previdenza Sociale - alla ricostituzione e/o ricalcolo della pensione nonché all’immediato pagamento di tutte le somme indebitamente trattenute e non riconosciute con decorrenza dal gennaio 2012, oltre interessi, con espresso avviso che in difetto, il sottoscritto si riserva di Nel caso in cui la pensione percepita appare troppo bassa è possibile fare ricorso all'Inps per ottenerne il ricalcolo di Annamaria Villafrate - Poveri pensionati italiani, non hanno proprio pace! Quello che non mi pare coerente è che il suddetto ricalcolo parte da 01/2015 fino alla 13ma del 2018. Il supplemento può essere richiesto anche da chi percepisce la pensione a carico del Fpld (Fondo pensione lavoratori dipendenti), qualora, dopo aver cessato il rapporto da lavoro dipendente, abbia iniziato un’attività autonoma per la quale è obbligato al versamento dei contributi. 24 modi per andare in pensione nel 2021: sono abbastanza? 21319 del 20 ottobre 2016 la Cassazione ha ora chiarito che: In base alla riliquidazione, la decorrenza della pensione può essere spostata: – a una data precedente (per possesso di contribuzione aggiuntiva che comporti una maturazione anteriore del diritto); – a una data successiva (ad esempio, per l’annullamento di contributi accreditati). PENSIONI NAZIONALI E INTERNAZIONALI PENSION & BENEFITS. Qualora siano versati dei contributi aggiuntivi ed il pensionato muoia prima di poter ottenere il supplemento, questo sarà applicato sulla pensione ai superstiti. In altri casi la ricostituzione può avere effetti con decorrenza successiva a quella della prestazione, come avviene per i riscatti attivati dopo la liquidazione della pensione. La ricostituzione della pensione può essere attivata su domanda dell’interessato, o su iniziativa dell’Inps (o del diverso Ente previdenziale), quando i contributi sono accreditati d’ufficio sul conto dell’assicurato. La ricostituzione non comporta una semplice aggiunta al trattamento, ma questo viene interamente ricalcolato, tenendo conto della nuova situazione contributiva. [il ricalcolo delle pensioni evento gratuito per tutti i pensionati inps ed ex inpdap giovedi' 24 settembre alle ore 16.30] sei in pensione? Questo perché l’obbligo di verificare ogni anno i redditi del pensionato che possano incidere sull’importo da erogare grava sull’ente e non sul cittadino. INPS: Rinnovo pensioni per l’anno 2021. La Cassazione però fornito chiarimenti sulla decadenza triennale nel caso si chieda un semplice ricalcolo di una prestazione già liquidata al pensionato. by Paolo Zani. Pensioni INPS: nuova modalità trattenute IRPEF dal gennaio 2021, La nona salvaguardia per gli esodati (riforma Fornero), Invalidi civili, ciechi, sordomuti: importi provvidenze economiche anno 2021. Il supplemento può essere richiesto dopo 5 anni dalla data di decorrenza della pensione o di un precedente supplemento.