Tra questi l’abbazia di Sant’Antimo (metà del XII secolo), fa parte di una piccola classe di chiese italiane ispirate a modelli francesi, con corridoi al ritmo obbligatorio (semplice alternanza di pilastri-colonne), presbiterio a colonne, cappella radiale. Architettura romanica della Sicilia Notevoli sono anche la chiesa del Santo Sepolcro (di origine borgognona) e la cattedrale (iniziata nel 1126) a Barletta. E 'gratuito - liberi, liberi di usare e ogni elemento o documento può essere scaricato. Venezia, con caratteristiche peculiari influenzate dall’architettura bizantina; C. Ricco, L'architettura romanica in Itàlia, Stuttgart 1925. o la scuola per il mondo accademico, a scuola, primaria, secondaria, di mezzo, università, laurea tecnica, college, università, laurea, master o dottorati; L’estetica dell’isola siciliana si diffuse rapidamente anche nella Sicilia peninsulare, ovvero le attuali regioni della Calabria e della Basilicata. Il Romanico lombardo Le caratteristiche architettoniche più evidenti sono la facciata a salienti, le arcatelle e le loggette esterne, che dalla Lombardia si diffonderanno prima in Emilia e poi anche in altre regioni italiane. Un esempio ancora più fedele ai modelli bizantini è la pianta a croce greca all’interno di una piazza della chiesa di San Claudio al Chienti (XI-XII secolo) o di San Vittore alle Chiuse a Genga (XI secolo) dove è presente anche una cupola centrale cinque absidi (tre sul fondo e due sui lati). Nelle Marche i modelli offerti dall’architettura lombarda ed emiliana vengono rielaborati con originalità e combinati con elementi bizantini legati all’utilizzo di modelli a pianta centrale. A causa del carattere sovranazionale degli ordini monastici, sono anche ricchi di influenze transmontane o non toscane. L’aspetto massiccio tradisce un’origine e uno scopo militare (oltre che negli esempi simili, anche se probabilmente successivi, di Adrano, Motta e probabilmente anche di Catania) ei successivi riarrangiamenti non lasciano molti spunti per un confronto con altri linguaggi contemporanei. A Roma con l’impulso di pontefici coinvolti nell’opera di riforma della chiesa, come Pasquale II, Onorio II, Innocenzo II e Gregorio VII, si registrò un’intensa stagione architettonica, riprendendo intenzionalmente la tradizione della basilica paleocristiana a tre navate su colonne , presbiterio rialzato con altare a baldacchino, tetto in legno, abside centrale decorata con mosaici, portico architravato di fronte alla facciata che è generalmente risolto con una superficie liscia, senza pareti e talvolta adornato con mosaici. L’influenza longobarda, per quanto presente, può essere rintracciata nella costruzione di vari campanili in mattoni, con cornici, mensole, bifore e trifore. Fuori dall’influenza culturale delle principali città, la Toscana è straordinariamente ricca di numerose chiese romaniche poste soprattutto nella zona rurale. Tra le architetture più interessanti, solo per citarne alcune, spiccano la basilica di San Gavino a Porto Torres (prima del 1065), la cappella palatina di Santa Maria del Regno di Ardara (SS), la cattedrale di Sant’Antioco di Bisarcio a Ozieri, la Basilica di San Simplicio a Olbia, la chiesa di San Nicola di Silanis a Sedini, la Cattedrale di Santa Giusta dell’omonimo centro (OR), la chiesa di Santa Maria di Uta (CA), la basilica di Saccargia a Codrongianos e San Nicola a Ottana (NU). La Sicilia e i territori fusi nel Regno di Sicilia generalmente risentivano in questo momento di molte influenze diverse, dovute a vicende storiche, politiche e religiose avvenute in quei secoli: due secoli di Emirato (IX-X secolo), la conquista normanna (1016 – 1091) e la nascita del Regno di Sicilia furono eventi che innescarono un processo di complessa stratificazione culturale. Files are available under licenses specified on their description page. Sicilia e Calabria, con forti influenze bizantine e normanne ma nella prima, anche araba. Architettura Romanica Italia Settentrionale – Temi-Le chiese romaniche del Piemonte, della Liguria, della Lombardia, dell’Emilia e del Veneto, formano un gruppo omogeneo e si può dare il nome di “lombardo”. ... Toscana: riassunto. L’architettura romanica in Italia copre un periodo di produzione architettonica più ampia di altri paesi europei, dai primi esempi intorno alla metà del secolo XI in su, in alcune regioni, per tutto il XIII secolo. l’area lombarda ed emiliana, che ha influenzato la maggior parte del nord Italia, dal Veneto occidentale alla Liguria; A Napoli, tuttavia, il romanico è quasi completamente scomparso, a causa delle successive superfolazioni. In entrambi sono attestate più influenze, che vanno dalle esperienze cluniacensi nell’area dell’abside, ai tipici archi longobardi (a Cefalù), a quelli intrecciati (a Monreale) di influenza araba, alle due torri in facciata che ricordano le transalpine modelli, introdotti dai Normanni. Architettura romanica in Toscana Ricordiamo inoltre: la Cattedrale di San Sabino a Bari, completata nel 1292, e la Cattedrale di Ruvo, con una facciata saliente caratterizzata dai falsi matronei, e la Concattedrale di Molfetta, che è la più grande delle chiese con una navata principale coperta da cupole in asse. Roma; C’è un originale due- decorazione a colori, attraverso l’uso di mattoni rossi e bianchi, e per la prima volta in Italia la facciata è decorata con sculture, in questo caso da bassorilievi finemente scolpiti e forati con rami e animali ispirati forse ai tessuti sasanidi della Persia. La rinascita di motivi paleocristiani (navate divise da colonnati, presenza di transetto) fu ritrovata anche nella cattedrale di Sessa Aurunca (1103), nella chiesa del Crocifisso di Salerno (X-XI secolo), nella cattedrale di Benevento e nella chiesa di San Rufo a Capua. L’esterno era sontuosamente decorato dopo la presa di Costantinopoli nel 1204, con lastre di marmo, colonne policrome e statue nude della capitale bizantina. I loro elaborati intarsi con marmi colorati e tessere di vari materiali lapidei venivano applicati a pavimenti e arredi liturgici come pulpiti, cibori, altari, cattedrali, candelabri pasquali, ecc. Architettura Romanica Italia Settentrionale – Temi- Le chiese romaniche del Piemonte, della Liguria, della Lombardia, dell’Emilia e del Veneto, formano un gruppo omogeneo e si può dare il nome di “lombardo”. La cupola ottagona fu rifatta dopo il crollo della terza campata. Si usciva da un periodo difficile per la popolazione europea, fatto di continui attacchi e scorribande dei popoli barbari ai quali aveva fatto … La Basilica di San Marco a Venezia è un monumento artistico del tutto unico e straordinario. Tuttavia, ci sono anche elementi che derivano dalla situazione geografica e circostanziata dell’Italia: il fatto che la Sicilia fosse nelle mani dei musulmani e che gran parte dell’Italia meridionale facesse parte di Bisanzio implicava una serie di influenze peculiari di questa penisola. Architettura romanica a Roma Le continue serie di logge all’altezza del “matroneo”, racchiuse da archi ciechi, che circondano la cattedrale tutt’intorno, creano un effetto ritmico di chiaroscuro, molto copiato in costruzioni successive. In Italia il monumento simbolo è la cattedrale, in Francia è invece l' A Firenze tra l’XI e il XII secolo vennero utilizzati alcuni elementi comuni al romanico pisano, ma con un’impronta molto diversa, caratterizzata da una serena armonia geometrica che richiama le opere antiche. Le principali chiese Romaniche in Italia. Il motivo delle torri doppie si riferisce agli esempi transalpini e può essere spiegato anche dalla presenza normanna dell’Altavilla. M. Salmi, L'architettura in Itàlia durant il període carolingi , in Problemi della Civiltà Carolíngia , Spoleto 1954. Tra la fine dell’XI e l’inizio del XII secolo, in uno stile romanico già maturo, la basilica di Sant’Ambrogio fu ricostruita a Milano, dotata di volte a crociera a costoloni e di un disegno molto razionale, con una perfetta corrispondenza tra il disegno nel piano e gli elementi in elevazione. Anche a San Pietro le piazze erano decorate con preziosi rilievi marmorei con scene sacre e allegoriche. Sempre a Tuscania si trova la splendida chiesa di San Pietro, caratterizzata da un raffinato rosone dei maestri comaschi. Ecco la definizione, spiegazione, descrizione, o il significato di ogni significativo su cui avete bisogno di informazioni, e una lista o un elenco di concetti correlati come appare un glossario. I mosaici presentano uno schema più originale rispetto alla “osservanza” della Martorana. L'Architettura Romanica in Italia - con 350 Illustrazioni / Romanesque Architecture in Italy - with 350 Illustrations Ricci, Corrado Published by Société du Livre d'Art Ancien et Moderne, Paris (1925) Architettura romanica nella zona alpina A Venezia il capolavoro architettonico di questo periodo fu la costruzione della Basilica di San Marco. Iniziato dal doge Domenico Contarini nel 1063 su un edificio preesistente, fungeva da cappella palatina di Palazzo Ducale e non dipendeva dal patriarca di Venezia. Il resto della Toscana il romanico fiorentino o “proto-rinascimento”; L'architettura romanica in Italia copre un periodo di produzione architettonica più ampio di altri paesi europei, dai precoci esempi negli ultimi decenni dell'XI secolo fino, in alcune regioni, a tutto il XIII secolo. Come a Venezia, l’architettura pisana fu influenzata da quella Costantinopoli e dall’architettura bizantina in generale, con la quale la Repubblica aveva forti contatti commerciali. Altri importanti esempi di edifici del tempo sono le cattedrali di Cefalù (1131 – 1170 circa) e di Monreale (1172 – 1189). La basilica fu ricostruita sul modello di quelli romani e l’unica eco che rimane è nella chiesa dell’Abbazia di Sant’Angelo in Formis, eretta su commissione di Desiderio dal 1072. Esternamente ha un aspetto massiccio, come una fortezza, con una facciata saliente chiusa ai lati da due torri non finite. La rosetta di sedici diramazioni è fiancheggiata da due sfingi. Gualtiero i Roberto Carraro, Il romanico in Itàlia , Edizioni Sant Paolo, Palazzolo sull'Oglio 2003 Lo stile è già formulato nei primi anni della conquista, con ampie citazioni dell’architettura cluniacense dovuta alla presenza sull’isola di monaci e priori di origine bretone, uomini di fiducia del Granconte Ruggero. Romanico pugliese ), Anche a causa della scarsità di documentazione. L’ architettura romanica è quello stile architettonico che si diffuse in tutta Europa nell’XI secolo che anticipò, in seguito, l’arte gotica. Si diffuse tra l‘ XI e il XII secolo Dove? Un’ulteriore ispirazione dall’architettura islamica è la chiesa dei Santi Pietro e Paolo di Agrò (1172), il cui nome fu fortunatamente ricevuto dall’architetto Gherardo il Franco e dal mandatario Teosterico Abate di Taormina che fece ricostruire l’edificio. Gli archi trasversi dei matronei scaricano la spinta sui muti perimetrali, dotati di contrafforti esterni. Il grande flusso di persone determinò l’accoglienza di una grande varietà di influenze che si manifestarono anche nell’architettura. Altri esempi del rinnovato stile fiorentino sono la Basilica di San Miniato al Monte (iniziata nel 1013 e progressivamente completata fino al 13 ° secolo), che presenta una scansione razionalmente ordinata della facciata bicolore, e una rigorosa struttura ispirata al romanico lombardo (tribuna). Elementi di origine occidentale sono invece la cripta, che interrompe la ripetitività di una delle cinque unità spaziali, e la collocazione dell’altare non al centro della struttura (come nel martirio bizantino), ma nella zona absidale ad est. Su esempio di questo edificio sono stati poi creati la cattedrale di Bari e il Duomo di Bitonto. BASILICA SANT’AMBROGIO, Milano– Ha una pianta basilicale a tre navate, con crociere quadrate costolonate. La facciata inclinata riflette la forma interna delle navate, ed è divisa in tre grandi pilastri mentre il centro è dominato dal portale con un protiroon a due piani (il rosone e i portali laterali sono successivi). A parte il regista ad est, l’influenza del romanico pisano seguì anche una rotta verso sud (la cattedrale di Volterra, la cattedrale di Massa Marittima) assumendo personaggi parzialmente autonomi che parlavano del romanico volterrano. Altri sviluppi sono testimoniati dalla Basilica di San Michele Maggiore a Pavia, con la facciata costituita da un unico grande profilo pentagonale con due tetti inclinati, divisi in tre parti da contrafforti, e, nella parte superiore, decorata da due gallerie simmetriche di piccoli archi su colonne. Il romanico pisano fu sviluppato a Pisa quando era una potente Repubblica Marinara, dalla seconda metà dell’XI al primo del XIII secolo, e irradiato ai territori controllati dalla Repubblica di Pisa (Corsica e parte della Sardegna incluso) e una cintura della Toscana settentrionale da Lucca a Pistoia. Simili tra loro sono le soluzioni più originali della cattedrale di Assisi (San Rufino, dalla metà del XII secolo) o la cattedrale di Spoleto (iniziata nel 1175) o la chiesa di San Pietro extra moenia sempre a Spoleto, caratterizzata da una rottura della facciata, in un chiaro schema geometrico. La prima realizzazione fu la cattedrale di Pisa, iniziata nel 1063 – 1064 da Buscheto e proseguita da Rainaldo, che fu consacrata nel 1118. Mostra di più » Architettura romanica in Valle d'Aosta L'architettura romanica e, più in generale l'arte romanica, trovano un importante sviluppo in Valle d'Aosta soprattutto in rapporto alle due grandi chiese aostane volute dal vescovo Anselmo I all'inizio dell'XI secolo, la cattedrale e la collegiata di Sant'Orso. Venezia Talvolta venivano utilizzati per decorare spazi architettonici più complessi e vari, come il chiostri di San Giovanni in Laterano e San Paolo fuori le Mura (prima metà del XIII secolo), con coppie di colonne alternativamente lisce, ritorte o contorte e più o meno mosaici. Architettura romanica in Umbria, Marche e Alto Lazio. A Pistoia l’uso del verde pratese marblecombinato in fasce alternate a marmi bianchi, creò effetti di vibrante bicolore (la chiesa di San Giovanni Fuorcivitas, XII secolo) nonché nella cattedrale di Prato. Umbria Architettura romanica in Abruzzo e Molise. Grande varietà è data anche dai numerosi materiali utilizzati, che dipendevano fortemente dalla disponibilità locale, dato che le importazioni erano molto costose. L’architettura romanica in Italia copre un periodo di produzione architettonica più ampia di altri paesi europei, dai primi esempi intorno alla metà del secolo XI in su, in alcune regioni, per tutto il XIII secolo. Sebbene sia stato rifatto in più di un’epoca, il mastio eretto a Paternò costituisce la tesi del sistema di controllo e difesa dei territori di recente conquista. Esso fornisce una breve definizione di ogni concetto e le sue relazioni. La chiesa di San Michele in Foro, Santa Maria Forisportam, la facciata della Cattedrale di San Martino (completata nel 1205), opera degli operai di Guidetto da Como, rappresentano un’evoluzione dello stile pisano in forme ancora più ricche sul piano decorativo. Il senso del ritmo nei volumi esterni è evidente nel Battistero di San Giovanni, attraverso l’uso di quadrati, pilastri classici, archi ciechi, ecc. M. Salmi, L'architettura in Italia durante il periodo carolingio, in Problemi della Civiltà Carolingia, Spoleto 1954. C. Ricco, L'architettura romanica in Italia, Stuttgart 1925. Si trova nella zona centrale della Chiesa di San Giovanni a Mare e nel bel chiostro del Convitto nazionale in Piazza Dante: i capitelli e le colonne zoomorfe e antropomorfe sono particolarmente interessanti. Il romanico fu un fenomeno che interessò ampie regioni europee ed ogni zona si distingue dalle altre per alcune varianti. La facciata richiama il profilo di quello di San Nicola, ma non è divisa in tre parti da pilastri e non presenta le torri e il portico. Per questo motivo le braccia non sono identiche, ma sull’asse est-ovest hanno una navata centrale più ampia, creando così un asse longitudinale principale che trasmette lo sguardo verso l’altare. This page was last edited on 28 March 2020, at 09:23. Importante anche la cattedrale di Trani: fu costruita a metà del XIII secolo, fu costruita secondo il modello della Basilica di San Nicola a Bari, vicino al mare, come punto di riferimento luminoso grazie alla chiarezza del tufo calcareo usato. descrizione degli impianti planimetrici, forma degli alzati, materiali da costruzione ed esempi dell'architettura romanica in Toscana… Le audaci soluzioni architettoniche e le innovazioni tecniche delle cattedrali gotiche francesi non sono mai arrivate veramente in Italia: gli architetti italiani preferivano mantenere la tradizione costruttiva stabilita nei secoli precedenti. È il caso della Basilica di Santa Maria Infraportas a Foligno, delle chiese di San Salvatore a Terni o di Santa Maria Maggiore ad Assisi. Nel Lazio settentrionale molti edifici, soprattutto nei centri minori, rivelano il lavoro diretto degli artigiani lombardi, soprattutto nei pilastri o nelle volte. Si può dire che la basilica sia finita solo nel XIV secolo, ma tuttavia costituisce un insieme unitario e coerente tra le varie esperienze artistiche a cui è stata sottoposta nei secoli. Le navate, a tre a tre, sono divise da colonnati che convergono verso i massicci pilastri che sostengono le cupole; non sono fatti come un blocco unico di muratura ma articolati a sua volta con quattro pilastri e una piccola cupola. Architettura romanica in Campania Elementi decorativi come cuscinetti, alfiz e mosaici che rappresentano stelle a otto punte sono molto apprezzati in molti monumenti, come la Martorana (1143). Negli edifici del dodicesimo e tredicesimo ci sono invece forti influenze arabo-siciliane e moresche diffuse da Amalfi, come nella cattedrale di Casertavecchia (con archi a sesto acuto, finestre a forma di ferro di cavallo nel transetto e archi intrecciati che poggiano su piccole colonne nel tiburio), nel Duomo di Amalfi (1266 – 1268) e con acuti archi intrecciati nella facciata, sul campanile e nel chiostro; una trama resa ancora più complessa nel chiostro dei cappuccini (1212). Come in tutto il romanico, molti elementi architettonici sono utilizzati non solo dal punto di vista funzionale ma anche simbolico (12 colonne raffiguranti i dodici apostoli, asse lungo della navata con una leggera inclinazione che indica la testa di Gesù piegata sulla croce alla morte, ecc.) La Lombardia, intesa come territoriale più ampio delle unità odierne, comprendente l’Emilia e altre aree limitrofe, fu la prima regione a ricevere le novità artistiche dall’Oltralpe, grazie al movimento ormai secolare degli artisti lombardi in Germania e viceversa. Un altro elemento a sé stante è il riutilizzo e l’uso di templi paleocristiani o basiliche dell’antichità, adattandoli ai modi dell’architettura romanica. La facciata è a capanna con arc… Le influenze siciliane sono evidenti soprattutto nella resa dei dettagli negli esterni, ma soprattutto nella distribuzione spaziale degli interni. La chiesa presenta elementi della tradizione nordafricana come archi intrecciati, elementi tipicamente persiani come le cupole polilobate, insieme ad alcuni elementi tipicamente bizantini come il riutilizzo delle colonne romane o la presenza del foro iconostatico. Più vicini ai modelli germanici sono le chiese di Santa Maria Maggiore a Lomello (1025 – 1050) e San Pietro al Monte a Civate (con una doppia abside opposta). La Puglia e i suoi porti furono utilizzati dai pellegrini in Terra Santa e furono anche il punto di partenza per molti crociati nel 1090. Marche L'architettura gotica apparve in Italia nel 12° secolo. Quest’ultima è un’importante sincronia stilistica con il bizantinismo contemporaneo, insieme alla Cappella Palatina nel Palazzo dei Normanni (1143), menzionata sia nei mosaici, sia nei marmi intarsiati con i cosmati nei pavimenti e nel primo registro delle pareti. UMBRIA . Architettura romanica in Sardegna e Corsica Le sue espressioni furono influenzate, già dalle prime origini, dai contatti con Pisa e in seguito dall’arrivo di numerosi ordini religiosi, provenienti da varie regioni italiane e dalla Francia. Altre influenze si possono trovare nella chiesa dei Santi Niccolò e Cataldo a Lecce (con gli echi di Borgognoni, 1180) o nella cattedrale di Troia (con influenze pisane nel registro inferiore, gli armeni nei rilievi appiattiti sull’architrave, i musulmani nel capitelli, bizantini nelle porte di bronzo, completati nel 1119). Infatti, in Lombardia il materiale più utilizzato era il mattone, data la natura argillosa del terreno, ma questo non si applica a Como, che invece aveva una grande disponibilità di pietra; in Toscana, invece, gli edifici in marmo bianco di Carrara con inserti in marmo serpentino verde non sono rari; in Puglia veniva usato il limpido tufo calcareo. Seguendo un preciso schema modulare che si ripete su otto lati. Anche in Umbria alcune chiese mostrano influenze longobarde, sebbene combinate con elementi più classici derivati ​​da resti antichi sopravvissuti nella regione. La sua grande diffusione avviene grazie ai pellegrinaggi verso luoghi che … Unionpedia è una mappa concettuale o rete semantica organizzata come un'enciclopedia o un dizionario. La costruzione dell'edificio inizia nel 1063, anno della consacrazione. Uno degli edifici più rappresentativi è la Basilica di San Nicola a Bari, che iniziò nel 1087 e si concluse verso la fine del XII secolo. Il romanico a Firenze La Sardegna con influenze pisane, longobarde e francesi meridionali. La sua principale caratteristica è il vasto quadriportico di origine paleocristiana (36). Con tre navate senza transetto e tre absidi, era precedentemente coperto da capriate lignee, che furono sostituite con volte a crociera solo nel XV secolo. L’interno è coperto da preziosi mosaici realizzati in un arco di tempo che va dall’inizio del secolo XI al XIII secolo (per non parlare dei rifacimenti rinascimentali e delle aggiunte nella facciata dei secoli XVIII e XIX). La cattedrale di Gerace (1045) è un esempio efficace del gusto calabrese, piuttosto semplice e spoglio, probabilmente perché appartiene alla prima fase di stile. Anche in Corsica ci furono interessanti eventi romanici, caratterizzati da contatti con ambienti prevalentemente toscani come nel caso della (cattedrale di Santa Maria Assunta di Lucciana, chiesa di San Michele in Murato, Santa Maria Maggiore in Bonifacio, ecc. L’insieme è di assoluta novità. Molti dei centri monastici avevano una funzione di hospitium, cioè un centro di accoglienza per pellegrini e viandanti in genere, posti non solo lungo la Via Francigena, ma anche lungo numerosi altri itinerari sulla rotta nord-sud, come le chiese su Montalbano (San Giusto, San Martino in Campo), o quelli verso i vari passi dell’Appennino (San Salvatore in Agna, abbazia di Montepiano). I pilastri a fascio sono di due tipi, alternati. Google Play, Android e il logo di Google Play sono marchi di Google Inc. Abbazia di San Salvatore (Abbadia San Salvatore), Basilica di San Gavino, San Proto e San Gianuario, Basilica di Santa Maria Maggiore (Lomello), Cattedrale del Santissimo Salvatore (Mazara del Vallo), Cattedrale di Santa Maria Assunta (Ventimiglia), Chiesa del Santissimo Crocifisso (Salerno), Chiesa di Santa Maria di Castello (Genova), Chiesa di Santa Maria Maggiore (Bonifacio), Chiesa di Santa Maria Maggiore (Tuscania), Pieve di San Giovanni Evangelista (Monterappoli), Architettura romanica in Italia e Abbazia di Cluny, Architettura romanica in Italia e Abbazia di Farneta, Architettura romanica in Italia e Abbazia di Montecassino, Architettura romanica in Italia e Abbazia di Pomposa, Architettura romanica in Italia e Abbazia di San Giusto al Pinone, Architettura romanica in Italia e Abbazia di San Martino in Campo, Architettura romanica in Italia e Abbazia di San Pietro al Monte, Architettura romanica in Italia e Abbazia di San Salvatore (Abbadia San Salvatore), Architettura romanica in Italia e Abbazia di San Salvatore in Agna, Architettura romanica in Italia e Abbazia di San Vittore alle Chiuse, Architettura romanica in Italia e Abbazia di Sant'Angelo in Formis, Architettura romanica in Italia e Abbazia di Sant'Antimo, Architettura romanica in Italia e Abbazia di Santa Maria (Montepiano), Architettura romanica in Italia e Altavilla, Architettura romanica in Italia e Arcata cieca, Architettura romanica in Italia e Archetti pensili, Architettura romanica in Italia e Architettura bizantina, Architettura romanica in Italia e Architettura islamica, Architettura romanica in Italia e Architettura normanna in Sicilia, Architettura romanica in Italia e Architettura paleocristiana, Architettura romanica in Italia e Architettura rinascimentale, Architettura romanica in Italia e Architettura romanica, Architettura romanica in Italia e Architettura romanica nel Canavese, Architettura romanica in Italia e Armenia, Architettura romanica in Italia e Badia Fiesolana, Architettura romanica in Italia e Barletta, Architettura romanica in Italia e Basilica del Santo Sepolcro (Barletta), Architettura romanica in Italia e Basilica di Saccargia, Architettura romanica in Italia e Basilica di San Clemente al Laterano, Architettura romanica in Italia e Basilica di San Frediano, Architettura romanica in Italia e Basilica di San Gavino, San Proto e San Gianuario, Architettura romanica in Italia e Basilica di San Giovanni in Laterano, Architettura romanica in Italia e Basilica di San Marco, Architettura romanica in Italia e Basilica di San Michele Maggiore, Architettura romanica in Italia e Basilica di San Miniato al Monte, Architettura romanica in Italia e Basilica di San Nicola, Architettura romanica in Italia e Basilica di San Paolo fuori le mura, Architettura romanica in Italia e Basilica di San Pietro in Ciel d'Oro, Architettura romanica in Italia e Basilica di San Simplicio, Architettura romanica in Italia e Basilica di San Zeno, Architettura romanica in Italia e Basilica di Sant'Abbondio, Architettura romanica in Italia e Basilica di Sant'Ambrogio, Architettura romanica in Italia e Basilica di Sant'Antioco di Bisarcio, Architettura romanica in Italia e Basilica di Santa Francesca Romana, Architettura romanica in Italia e Basilica di Santa Giusta (Santa Giusta), Architettura romanica in Italia e Basilica di Santa Maria delle Vigne, Architettura romanica in Italia e Basilica di Santa Maria in Cosmedin, Architettura romanica in Italia e Basilica di Santa Maria in Trastevere, Architettura romanica in Italia e Basilica di Santa Maria Maggiore (Lomello), Architettura romanica in Italia e Basilicata, Architettura romanica in Italia e Battistero di San Giovanni (Firenze), Architettura romanica in Italia e Battistero di San Giovanni (Pisa), Architettura romanica in Italia e Bonifacio (Francia), Architettura romanica in Italia e Buscheto, Architettura romanica in Italia e Calabria, Architettura romanica in Italia e Campania, Architettura romanica in Italia e Campanile, Architettura romanica in Italia e Campanile del duomo di Gaeta, Architettura romanica in Italia e Cappella Palatina (Palermo), Architettura romanica in Italia e Capriata, Architettura romanica in Italia e Carrara, Architettura romanica in Italia e Castello normanno (Adrano), Architettura romanica in Italia e Castello normanno (Paternò), Architettura romanica in Italia e Cattedra, Architettura romanica in Italia e Cattedrale del Santissimo Salvatore (Mazara del Vallo), Architettura romanica in Italia e Cattedrale di Barletta, Architettura romanica in Italia e Cattedrale di Lucciana, Architettura romanica in Italia e Cattedrale di Palermo, Architettura romanica in Italia e Cattedrale di San Cerbone, Architettura romanica in Italia e Cattedrale di San Giorgio (Ferrara), Architettura romanica in Italia e Cattedrale di San Martino (Lucca), Architettura romanica in Italia e Cattedrale di San Rufino, Architettura romanica in Italia e Cattedrale di San Sabino, Architettura romanica in Italia e Cattedrale di Sant'Agata, Architettura romanica in Italia e Cattedrale di Santa Maria Assunta (Ventimiglia), Architettura romanica in Italia e Cattedrale di Sessa Aurunca, Architettura romanica in Italia e Cattedrale di Trani, Architettura romanica in Italia e Cero pasquale, Architettura romanica in Italia e Chiesa dei Santi Apostoli (Firenze), Architettura romanica in Italia e Chiesa dei Santi Niccolò e Cataldo, Architettura romanica in Italia e Chiesa dei Santi Pietro e Paolo d'Agrò, Architettura romanica in Italia e Chiesa del Santissimo Crocifisso (Salerno), Architettura romanica in Italia e Chiesa della Martorana, Architettura romanica in Italia e Chiesa di San Cataldo (Palermo), Architettura romanica in Italia e Chiesa di San Claudio al Chienti, Architettura romanica in Italia e Chiesa di San Donato (Genova), Architettura romanica in Italia e Chiesa di San Flaviano (Montefiascone), Architettura romanica in Italia e Chiesa di San Giovanni a Mare, Architettura romanica in Italia e Chiesa di San Giovanni degli Eremiti, Architettura romanica in Italia e Chiesa di San Giovanni Fuorcivitas, Architettura romanica in Italia e Chiesa di San Michele in Borgo, Architettura romanica in Italia e Chiesa di San Michele in Foro, Architettura romanica in Italia e Chiesa di San Nicola (Ottana), Architettura romanica in Italia e Chiesa di San Nicola di Silanis, Architettura romanica in Italia e Chiesa di San Paolo a Ripa d'Arno, Architettura romanica in Italia e Chiesa di San Pietro (Spoleto), Architettura romanica in Italia e Chiesa di San Pietro (Tuscania), Architettura romanica in Italia e Chiesa di San Salvatore (Spoleto), Architettura romanica in Italia e Chiesa di San Salvatore (Terni), Architettura romanica in Italia e Chiesa di San Salvatore al Vescovo, Architettura romanica in Italia e Chiesa di San Sisto (Viterbo), Architettura romanica in Italia e Chiesa di San Teodoro (Pavia), Architettura romanica in Italia e Chiesa di Sant'Alessandro (Lucca), Architettura romanica in Italia e Chiesa di Santa Maria (Uta), Architettura romanica in Italia e Chiesa di Santa Maria del Regno, Architettura romanica in Italia e Chiesa di Santa Maria di Castello (Genova), Architettura romanica in Italia e Chiesa di Santa Maria di Portonovo, Architettura romanica in Italia e Chiesa di Santa Maria Forisportam, Architettura romanica in Italia e Chiesa di Santa Maria Maggiore (Assisi), Architettura romanica in Italia e Chiesa di Santa Maria Maggiore (Bonifacio), Architettura romanica in Italia e Chiesa di Santa Maria Maggiore (Tuscania), Architettura romanica in Italia e Chiesa di Santa Maria Nuova (Viterbo), Architettura romanica in Italia e Ciborio, Architettura romanica in Italia e Codrongianos, Architettura romanica in Italia e Collegiata di San Candido, Architettura romanica in Italia e Collegiata di Sant'Andrea, Architettura romanica in Italia e Collegiata di Sant'Orso, Architettura romanica in Italia e Commenda di San Giovanni di Pré, Architettura romanica in Italia e Complesso del Convitto Nazionale, Architettura romanica in Italia e Concattedrale di Bitonto, Architettura romanica in Italia e Concattedrale di Ruvo di Puglia, Architettura romanica in Italia e Concattedrale di Troia, Architettura romanica in Italia e Congregazione camaldolese, Architettura romanica in Italia e Congregazione cluniacense, Architettura romanica in Italia e Congregazione vallombrosana, Architettura romanica in Italia e Cornice (architettura), Architettura romanica in Italia e Corsica, Architettura romanica in Italia e Cortona, Architettura romanica in Italia e Cosmati, Architettura romanica in Italia e Costantinopoli, Architettura romanica in Italia e Croce greca, Architettura romanica in Italia e Dalmazia, Architettura romanica in Italia e Domenico I Contarini, Architettura romanica in Italia e Dongione, Architettura romanica in Italia e Duomo di Amalfi, Architettura romanica in Italia e Duomo di Ancona, Architettura romanica in Italia e Duomo di Benevento, Architettura romanica in Italia e Duomo di Casertavecchia, Architettura romanica in Italia e Duomo di Cefalù, Architettura romanica in Italia e Duomo di Fidenza, Architettura romanica in Italia e Duomo di Gerace, Architettura romanica in Italia e Duomo di Modena, Architettura romanica in Italia e Duomo di Monreale, Architettura romanica in Italia e Duomo di Murano, Architettura romanica in Italia e Duomo di Novara, Architettura romanica in Italia e Duomo di Parma, Architettura romanica in Italia e Duomo di Pavia, Architettura romanica in Italia e Duomo di Piacenza, Architettura romanica in Italia e Duomo di Pisa, Architettura romanica in Italia e Duomo di Prato, Architettura romanica in Italia e Duomo di San Corrado, Architettura romanica in Italia e Duomo di Spoleto, Architettura romanica in Italia e Duomo di Vercelli, Architettura romanica in Italia e Duomo di Viterbo, Architettura romanica in Italia e Duomo di Volterra, Architettura romanica in Italia e Filippo Brunelleschi, Architettura romanica in Italia e Firenze, Architettura romanica in Italia e Foligno, Architettura romanica in Italia e Francesco Talenti, Architettura romanica in Italia e Francia, Architettura romanica in Italia e Germania, Architettura romanica in Italia e Giorgio Vasari, Architettura romanica in Italia e Iconostasi, Architettura romanica in Italia e La Zisa, Architettura romanica in Italia e Lanfranco (architetto), Architettura romanica in Italia e Laterizio, Architettura romanica in Italia e Leon Battista Alberti, Architettura romanica in Italia e Liguria, Architettura romanica in Italia e Lombardia, Architettura romanica in Italia e Lomello, Architettura romanica in Italia e Loro Ciuffenna, Architettura romanica in Italia e Lucciana, Architettura romanica in Italia e Maestri comacini, Architettura romanica in Italia e Mario Salmi, Architettura romanica in Italia e Marmo verde di Prato, Architettura romanica in Italia e Martyrion, Architettura romanica in Italia e Matroneo, Architettura romanica in Italia e Mensola, Architettura romanica in Italia e Montefiascone, Architettura romanica in Italia e Mosaico, Architettura romanica in Italia e Muqarnas, Architettura romanica in Italia e Nordafrica, Architettura romanica in Italia e Normanni, Architettura romanica in Italia e Ordine di San Benedetto, Architettura romanica in Italia e Palazzo dei Normanni, Architettura romanica in Italia e Palazzo della Cuba, Architettura romanica in Italia e Palazzo Ducale (Venezia), Architettura romanica in Italia e Palermo, Architettura romanica in Italia e Pantheon (Roma), Architettura romanica in Italia e Papa Gregorio VII, Architettura romanica in Italia e Papa Innocenzo II, Architettura romanica in Italia e Papa Onorio II, Architettura romanica in Italia e Papa Pasquale II, Architettura romanica in Italia e Papa Vittore III, Architettura romanica in Italia e Parasta, Architettura romanica in Italia e Paternò, Architettura romanica in Italia e Patriarcato di Venezia, Architettura romanica in Italia e Pavimento, Architettura romanica in Italia e Pellegrinaggio, Architettura romanica in Italia e Piazza Dante (Napoli), Architettura romanica in Italia e Piemonte, Architettura romanica in Italia e Pieve di San Giovanni Evangelista (Monterappoli), Architettura romanica in Italia e Pieve di San Pietro (Gropina), Architettura romanica in Italia e Pieve di San Pietro a Romena, Architettura romanica in Italia e Pieve di Santa Maria Assunta a Chianni, Architettura romanica in Italia e Pieve di Santa Maria e di San Leonardo, Architettura romanica in Italia e Pistoia, Architettura romanica in Italia e Porto Torres, Architettura romanica in Italia e Protiro, Architettura romanica in Italia e Provincia di Cagliari, Architettura romanica in Italia e Provincia di Nuoro, Architettura romanica in Italia e Provincia di Oristano, Architettura romanica in Italia e Provincia di Sassari, Architettura romanica in Italia e Pulpito, Architettura romanica in Italia e Rainaldo, Architettura romanica in Italia e Regno di Sicilia, Architettura romanica in Italia e Repubblica di Pisa, Architettura romanica in Italia e Repubbliche marinare, Architettura romanica in Italia e Romanico lombardo, Architettura romanica in Italia e Romanico pisano, Architettura romanica in Italia e Ruggero I di Sicilia, Architettura romanica in Italia e Sacra di San Michele, Architettura romanica in Italia e Salerno, Architettura romanica in Italia e San Candido, Architettura romanica in Italia e Santa Giusta (Italia), Architettura romanica in Italia e Sardegna, Architettura romanica in Italia e Sasanidi, Architettura romanica in Italia e Scarsella (architettura), Architettura romanica in Italia e Sicilia, Architettura romanica in Italia e Tarquinia, Architettura romanica in Italia e Tempietto del Clitunno, Architettura romanica in Italia e Terremoto di Catania del 1169, Architettura romanica in Italia e Tiburio, Architettura romanica in Italia e Torre di Pisa, Architettura romanica in Italia e Toscana, Architettura romanica in Italia e Transetto, Architettura romanica in Italia e Trifora, Architettura romanica in Italia e Tuscania, Architettura romanica in Italia e Uta (Italia), Architettura romanica in Italia e Vassalletto, Architettura romanica in Italia e Venezia, Architettura romanica in Italia e Via Francigena, Architettura romanica in Italia e Viterbo, Architettura romanica in Italia e Volta a crociera, Architettura romanica in Italia e Westwerk, Architettura romanica in Italia e Wiligelmo, Architettura romanica in Italia e XI secolo, Architettura romanica in Italia e XII secolo, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo.