Quello che succederà al Paese non si sa, anzi lo sappiamo perchè ci vuole ben altro del parere della Consulta per rimuovere un folto gruppo saldamente ancorato al potere, ma oggi, almeno oggi, in questa notte del 7 ottobre 2009 gli italiani potranno sognare un’Italia diversa. Cosa aveva detto la Corte Costituzionale nell’abrogare il Lodo Schifani della legge n. 140 del 20 giugno 2003? [2][3] I giudici costituzionali lo ritennero infatti in contrasto con gli articoli 3 (principio di eguaglianza) e 24 (diritto di azione in giudizio e di difesa) della Costituzione. Nelle conclusioni, nelle motivazioni, la Corte Costituzionale, per non dilungarsi troppo, prende atto che il Lodo Schifani ha preso in considerazione l’articolo 90 e l’articolo 96 della Costituzione, ma conclude affermando che la violazione dell’articolo 3 della Costituzione (Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono uguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali o sociali.) Quando la Corte Costituzionale non contesta le motivazioni, ma le usa affermando, "Per questi motivi la Corte Costituzionale dichiara l'illegittimità costituzionale...", i motivi vanno considerati TUTTI, non solo quelli che convengono a questo o a quel soggetto interessato. Che poi Il Sig. Il testo del c.d. Il 5 giugno 2003) il Senato approvò, con il voto contrario del centro-sinistra, il disegno di legge Boato. Quali sono le differenze tra il c.d. Sì definitivo della Camera il lodo blocca-processi è legge, Lodo Schifani: illegittima l'immunità introdotta per le alte cariche dello Stato, Corte Costituzionale, Sentenza n. 390/2007, in tema di art. assetto la protezione è strumentale”, e stabilendo a tal fine alcune essenziali condizioni». Abbiamo detto che il lodo Schifani violerebbe il principio di uguaglianza per il fatto, per esempio, di accomunare in un’unica disciplina 124/2008) mit dem offiziellen Namen Disposizioni in materia di sospensione del processo penale nei confronti delle alte cariche dello Stato, übersetzt Regelungen zur Aussetzung eines Strafprozesses auf Grund eines hohen Staatsamts.Das Gesetz wurde im Oktober 2009 für verfassungswidrig erklärt. 112 Cost., che sancisce il principio dell'obbligatorietà dell'azione penale; in secondo luogo con riferimento agli artt. Quando si agisce nella società civile è importante fare del proprio meglio. Alleged Mafia connections A seguito di un'ordinanza di rimessione del Tribunale di Milano prodotta nel corso del procedimento penale a carico di Silvio Berlusconi, con la sentenza 20 gennaio 2004, n.24, la Corte Costituzionale ha dichiarato l'incostituzionalità dell'articolo 1 della legge 140/2003. Cosa ha scritto nella nota ufficiale la Corte Costituzionale nell’abrogare il Lodo Alfano della legge n. 124 del 23 luglio 2008? A seguito della sentenza l’articolo 1 del Lodo Schifani non fa più parte dell’ordinamento giuridico italiano. In seguito, nel 2008, il Lodo Schifani è stato leggermente modificato da Angelino Alfano, allora ministro di Grazia e Giustizia. Chi dice che la Corte Costituzionale, nel citare l’articolo 3 della Costituzione e l’articolo 138 nel dichiarare illegittimo il Lodo Alfano, ha cambiato indirizzo rispetto al pronunciamento di illegittimità del Lodo Schifani, non solo è in malafede, ma commette un crimine ingiuriando la Corte. Ogni volta che siamo superficiali diventiamo ignoranti rispetto al tempo e alle trasformazioni che avvengono senza che noi ce ne rendiamo conto. Eppure essa rimase nella vulgata giornalistica, anche quando la proposta fu duramente contestata dalle opposizioni nel Parlamento e nel Paese. Lodo Alfano (DdL Camera 1442)? Le modifiche apportate da questo Lodo al precedente sono diverse, tra cui il termine di legislatura per la sospensione dei processi e la possibilità di proseguire con le azioni civili di risarcimento. Il Lodo Alfano è la legge di un solo articolo e otto commi che prevede lo scudo penale per le quattro più alte cariche dello Stato. A parere del guardasigilli Angelino Alfano, il nuovo provvedimento si differenzierebbe dal lodo Maccanico, che riprende in termini di contenuti, in quanto compatibile con quanto indicato nella sentenza della Consulta che lo aveva abrogato. E’ indifferente che tale crimine sia commesso per ignoranza o per malafede: sempre di crimine si tratta. Ma sono discorsi che vanno dall’incompetenza alle intenzioni criminali. La nota ufficiale della Consulta Il lodo Maccanico-Schifani di fronte alla Corte costituzionale, in: forumcostituzionale.it, Procedimenti giudiziari a carico di Silvio Berlusconi, https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Lodo_Schifani&oldid=112966252, Template Webarchive - collegamenti all'Internet Archive, Collegamento interprogetto a Wikisource presente ma assente su Wikidata, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo. Le modifiche apportate da questo Lodo al precedente sono diverse, tra cui il termine di legislatura per l… Leggiamo la Costituzione: speciale “lodo Alfano” (sesta parte) [Le “puntate” precedenti: prima parte, seconda parte, terza parte, quarta parte, quinta parte] Perché la legge n. 124 del 2008 viene comunemente chiamata “lodo Alfano“? Noi siamo parte di un grande gioco, il gioco della vita, che ha la sua gloria solo nel momento in cui muoriamo. Qualsiasi delitto dovessero commettere, non sarebbero perseguibili fino alla fine della legislatura. La stessa illegittimità Costituzionale è stata rilevata nel Lodo Alfano e censurata come un atto di eversione dell’ordine Costituzionale. Ogni azione e ogni decisione deve essere presa come se fosse l'ultima azione che noi facciamo Lodo Schifani. In seguito, con la sentenza 390/2007, la Corte Costituzionale ha dichiarato l'incostituzionalità dei commi 2, 5 e 6 dell'articolo 6 della legge 140/2003, nella parte in cui prevedono un divieto generale di uso delle intercettazioni non solo verso i parlamentari, ma anche nei confronti di terze persone a colloquio con il parlamentare. E il popolo italiano, ben felice di bersi con gioia quest'altra pozione avvelenata, e' gia' ansioso di sorbirsi la prossima: il dispiegamento dei soldati iniziato oggi nelle strade delle principali citta'. vittorie o dalle sconfitte, ma da come abbiamo condotto il gioco. A parere del guardasigilli Angelino Alfano, il nuovo provvedimento si differenzierebbe dal lodo Maccanico, che riprende in termini di contenuti, in quanto compatibile con quanto indicato nella sentenza della Consulta che lo aveva abrogato. Nella sentenza n. 24 del 2004 piuttosto la Corte ha giudicato incostituzionale il “lodo Schifani” in relazione agli artt. Indice Stato Mafia 68, comma 3, Cost., relativamente a intercettazioni 'indirette' e 'casuali' di conversazioni cui abbiano preso parte membri del Parlamento, Pugiotto, A., Sull'immunità delle "alte cariche" una sentenza di "mezzi silenzi", in: Diritto & Giustizia, n. 5, 2004, Giupponi, T. F., "Questo o quello per me pari (non) sono". Il 18 giugno 2003 la Camera approvò definitivamente il disegno di legge. Votò contro anche il proponente del disegno di legge, Marco Boato. 7) Violazione dell’articolo 24 della Costituzione: il diritto di tutti i cittadini di agire in giudizio anche contro il Presidente del Consiglio o contro ogni altra persona per garantirsi la giustizia. Di Pietro Antonio: Oggi è come se l’Italia avesse vinto i Mondiali di calcio. L'iter di approvazione della legge fu inizialmente lungo, per proseguire decisamente più veloce. L’accertata incostituzionalità del precedente “lodo Schifani” e le novità introdotte dal “lodo Alfano”. L’impiego del termine “lodo” per indicare questo tipo di provvedimento non è nuovo. Secondo la Corte Costituzionale tali commi sarebbero in contrasto con l'articolo 3 (principio di eguaglianza) della Costituzione.[5]. di Claudio Simeoni. La Corte Costituzionale, nella decisione in cui dichiara illegittimo il Lodo Alfano, non si è MAI contraddetta con la dichiarazione con cui , cinque anni fa, ha dichiarato illegittimo il Lodo Schifani. In sostanza, il Lodo Schifani era in contrasto anche con la Convenzione per la protezione dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali. Qui di seguito un altro articolo che tratta dell'indecente "Lodo Alfano", ex "Lodo Schifani" dichiarato incostituzionale solo qualche anno fa. Quando fra i motivi per i quali la Corte Costituzionale dichiara l’illegittimità del lodo Schifani c’è scritto: "Secondo il giudice remittente la norma censurata, nello stabilire per i processi suindicati la sospensione automatica, generalizzata e senza prefissione di un termine finale, viola l'art. Vedi testo integrale sentenza della Corte Costituzionale contro lodo Schifani. Facebook; Twitter Nel maggio 2003, mentre il disegno di legge era all'esame del Senato della Repubblica, Antonio Maccanico (La Margherita) propose una modifica al disegno di legge: per evitare che nel semestre di presidenza italiana del Consiglio Europeo potesse essere lesa l'immagine internazionale dell'Italia con la condanna del suo premier, Maccanico propose che venisse previsto nella legge che le prime cinque cariche dello Stato (Presidente della Repubblica, Presidente del Senato della Repubblica, Presidente della Camera dei Deputati, Presidente del Consiglio dei Ministri e Presidente della Corte Costituzionale) non potessero essere sottoposte a processi penali durante il semestre in cui l'Italia presiedeva il Consiglio d'Europa. Un confronto con l’Europa. Sono compresi anche i delitti comuni e quelli svincolati dall’attività politica, oltre a quelli per cui c’è un processo in corso già da prima… 3) Violazione dell’articolo 68 della Costituzione: per quanto riguarda i fruitori del Lodo Schifani che vengono "privilegiati" nei confronti di altri membri del Parlamento; gli altri parlamentari sono delle merde! sapevano benissimo che con il Lodo Alfano stavano commettendo un reato! In merito poi ai processi cui verrà sottoposto il premier ha annunciato che non solo si recherà in tribunale per difendersi, ma andrà alla radio, in tv, sui giornali ed esporrà la sostanza di questi processi agli italiani: «Voglio vedere se ci sarà un collegio, come quello del processo Mills, tutto di giudici di sinistra, che avrà il coraggio di emettere una sentenza contro la realtà ».". Il Lodo sospende solo temporaneamente i processi e non è un’immunità, dice. Il 29 maggio 2003, mentre il centro-sinistra ancora valutava se trasformare l'idea di Maccanico in un emendamento, il capogruppo di Forza Italia Renato Schifani presentò un emendamento al disegno di legge. The lodo Alfano was declared anti-constitutional in October 2009 as well. http://www.corriere.it/cronache/09_ottobre_07/consulta_comunicato_ufficiale_ec88a5fa-b360-11de-b362-00144f02aabc.shtml. ), è TALMENTE GRAVE E TOTALIZZANTE da " assorbire ogni altro profilo di illegittimità Costituzionale". Né Alfano,né Berlusconi, né Napolitano, hanno preso in considerazione la questione, come se chi chiede giustizia sia una merda! Per questo il Lodo Alfano è stato dichiarato illegittimo per violazione dell’articolo 3 e dell’articolo 138 della Costituzione. Lodo Alfano, lo «scudo» delle polemiche ... Francesco Amirante, che nel 2004 scrisse le motivazioni della sentenza di illegittimità del lodo Schifani, non ha ancora fissato la data dell'udienza La Legge 23 luglio 2008, n. 124 (nota anche come lodo Alfano) è stata una legge della Repubblica Italiana, in vigore dall'agosto 2008 al 7 ottobre 2009.. Venne così detta dal Ministro della Giustizia Angelino Alfano, che la propose.Il termine lodo deriva dal gergo giornalistico, in quanto si tratta di una legge ordinaria e non del risultato di un arbitrato. "giusto processo"), 112 (obbligatorietà dell'azione penale), 117 (ottemperanza ai vincoli derivanti dall'ordinamento comunitario e dagli obblighi internazionali) e 138 (procedura di revisione del testo e delle altre leggi costituzionali), furono ritenuti "assorbiti" (ma non eliminati) dai due succitati. Ed invero. Nel luglio 2008 è entrato in vigore il lodo Alfano «con l'obiettivo di tutelare l'esigenza assoluta della continuità e regolarità dell'esercizio delle più alte funzioni pubbliche». Giorgio Napolitano stesso, sia il Presidente del Consiglio, il Sig. [2] Ulteriori profili di incostituzionalità, segnalati in riferimento agli articoli 111 (principi del cd. Al punto primo delle motivazioni con cui si dichiara illegittimo il Lodo Schifani, la Corte Costituzionale considera che il Lodo Schifani ha violato: 1) Violazione dell’articolo 3 della Costituzione: il principio di uguaglianza di ogni cittadino. Il Lodo Schifani non permette il diritto alla difesa dell’imputato, il diritto delle parti civili. La gloria di quel momento non dipende dalle Il comunicato del 21 maggio 2009 in risposta alle nuove richieste di chiarimento consente pertanto di richiamare alcune riflessioni sulla promulgazione del «lodo Schifani» e del «lodo Alfano». ROMA - «La Corte costituzionale - si legge nella nota ufficiale diramata dal palazzo della Consulta -, giudicando sulle questioni di legittimità costituzionale poste con le ordinanze n. 397/08 e n. 398/08 del Tribunale di Milano e n. 9/09 del GIP del Tribunale di Roma ha dichiarato l'illegittimità costituzionale dell'art. L'emendamento Schifani recepiva l'idea di Maccanico ma con una sostanziale differenza: mentre la proposta di Maccanico aveva effetto per sei mesi, l'emendamento Schifani prevedeva che i processi penali delle prime cinque cariche dello Stato fossero sospesi per tutto il periodo di tempo in cui la persona in questione avesse ricoperto quella carica. Tale proposta divenne nota come lodo Maccanico.[1]. Che cosa è il Lodo Alfano?È una legge composta di un solo articolo, suddivisa in otto commi. 5) Violazione dell’articolo 96 della Costituzione: col Lodo Schifani si eliminano tutte le condizioni di processabilità del Presidente del Consiglio previste specificatamente dalla Carta Costituzionale. [2] Va notato come l'articolo 138 non facesse parte dei parametri di incostituzionalità menzionati esplicitamente dal Tribunale di Milano, benché fosse, come evidenziato dalla Corte, sotteso a tutti gli argomenti sviluppati dallo stesso. 4) Violazione dell’articolo 90 della Costituzione: col Lodo Schifani compromette le norme dell’articolo che qualifica la processabilità del Capo dello Stato. Mostra di più » Antonio Maccanico Laureatosi in giurisprudenza nel 1946 presso il Collegio Mussolini dell'Università di Pisa (attuale Scuola Superiore Sant'Anna), nel 1947 superò il concorso per entrare alla Camera dei deputati in qualità di funzionario parlamentare. Il lodo Alfano garantisce l’immunità alle quattro alte cariche dello stato, finchè restano al loro posto (o cambiano poltrona). Nel 2004 bocciò il lodo Schifani, ora è atteso il suo giudizio sul lodo Alfano. La legge n. 124 del 2008 contiene alcune disposizioni che intendono superare i rilievi espressi dalla Corte costituzionale nella sentenza n. 24 del 2004. In Italia - ha aggiunto - abbiamo una minoranza di giudici di sinistra, una stampa di sinistra con a capo Repubblica, una Rai che, a parte lei signor Vespa, va contro il governo, e in più un capo dello Stato espressione della vecchia maggioranza di sinistra». Pertanto, sia Alfano, ministro che ha scritto l’azione criminale che va sotto il nome di Lodo Alfano, sia i consiglieri di Giorgio Napolitano che il Sig. Nel luglio 2008 è entrato in vigore il lodo Alfano «con l'obiettivo di tutelare l'esigenza assoluta della continuità e regolarità dell'esercizio delle più alte funzioni pubbliche». 1 della legge 23 luglio 2008, n. 124 per violazione degli articoli 3 e 138 della Costituzione. In seguito a questa modifica, Maccanico e l'intero centro-sinistra disconobbero la proposta e annunciarono il loro voto contrario. Riporto la nota ufficiale della Corte Costituzionale pubblicata dal Corriere della Sera: La sentenza Di seguito i vari passaggi parlamentari: L'emendamento modificava l'articolo 1 del disegno di legge che, dopo l'approvazione dell'emendamento, recitava così: «Non possono essere sottoposti a processi penali, per qualsiasi reato anche riguardante fatti antecedenti l'assunzione della carica o della funzione fino alla cessazione delle medesime, il Presidente della Repubblica, il Presidente del Senato, il Presidente della Camera dei Deputati, il Presidente del Consiglio dei Ministri, il Presidente della Corte Costituzionale.». 2) Violazione dell’articolo 112 della Costituzione: l’obbligatorietà dell’azione penale in presenza di una notizia di reato. Il precedente della Corte Costituzionale a proposito del lodo Schifani 1 (Corte Cost., sentenza 13 gennaio 2004, n. 24) - 3. Il lodo Alfano garantisce l’immunità alle quattro alte cariche dello stato, finchè restano al loro posto (o cambiano poltrona).Qualsiasi delitto dovessero commettere, non sarebbero perseguibili fino alla fine della legislatura.Sono compresi anche i delitti comuni e quelli svincolati dall’attività politica, oltre a quelli per cui c’è un processo in corso già da prima del loro mandato. Tutti questi elementi vengono fatti propri dalla Corte Costituzionale in relazione alla dichiarazione dell’illegittimità del Lodo Schifani. ESPN host receives support after sharing hate message Nonostante ciò, il 4 giugno 2003 il Senato approvò l'emendamento Schifani, che in seguito divenne noto come lodo Schifani oppure lodo Berlusconi. He received 178 out of 319 votes. DETTAGLI LODO ALFANO. 68, 90 e 96 Cost., in quanto attribuisce alle persone che ricoprono una delle menzionate alte cariche dello Stato una prerogativa non prevista dalle citate disposizioni della Costituzione, che verrebbero quindi ad essere illegittimamente modificate con legge ordinaria, in violazione anche dell'art. 2. Berlusconi ha affermato (riporto da La Stampa del 07.10.2009): "Concetti ribaditi anche nel corso della trasmissione Porta a Porta dove il premier è intervenuto telefonicamente: «La Consulta non è un organo di garanzia ma un organo politico» e con il pronunciamento odierno sul lodo Alfano «si è contraddetta rispetto a quanto fece 4 anni fa sul lodo Schifani. 24, 111 e 117 Cost., perché non consente l'esercizio del diritto di difesa da parte dell'imputato e delle parti civili, in contrasto anche con la Convenzione per la protezione dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali.". Al fine di dare attuazione all'articolo 68 della Costituzione della Repubblica Italiana - come modificato dalla legge costituzionale 29 ottobre 1993, n. 3 - si rese necessario che il parlamento approvasse una legge di attuazione; per questo motivo il 30 maggio 2001 Marco Boato (Federazione dei Verdi) presentò un disegno di legge che attusse tali le disposizioni. Il 7 ottobre 2009 la nuova versione del Lodo viene giudicata incostituzionale dalla Corte Costituzionale[6] per violazione degli articoli 3 e 138 della Costituzione Italiana.