Un cibo che diventa molto più costoso sarà anche molto meno richiesto». Unisciti a noi oggi! • il giudice di pace si occupa dell’apposizione di termini (art. Sulla risposta dell’Europa il Capo dello Stato di sofferma parecchio. «E, se questi cambiamenti fossero applicati in modo sensibile, con reti di sicurezza in atto per garantire un accesso equo all’alimentazione, ci sarebbe una serie di vantaggi a cascata». La pace di Augusta fu un trattato stipulato il 25 settembre 1555 tra Ferdinando d'Asburgo, in rappresentanza di suo fratello l'imperatore Carlo V d'Asburgo, cattolico-romano, e la Lega di Smalcalda,[1], un'unione di principi protestanti del Sacro Romano Impero, presso la città imperiale di Augusta (Augsburg in tedesco). Con il  24% delle emissioni globali, l’agricoltura è una delle principali fonti di gas serra di origine antropica e da sola questa cifra dimostra quanto sia grande la necessità di modificare il modello di produzione e consumo di alimenti per raggiungere gli obiettivi dell’Accordo di Parigi e dell’European Green Deal che mira a ridurre a zero entro il 2050 le emissioni nette di gas serra dell’Unione Europea. Prima tra tutte, mentre permetteva la pratica del protestantesimo, non accettava nessuna delle altre confessioni, come ad esempio il calvinismo che andava diffondendosi rapidamente in molte aree della Germania. Nel 1519 Carlo d'Asburgo, nipote paterno del defunto Massimiliano I e già re di Spagna dal 1516 per diritto di discendenza materno, fu eletto imperatore con il nome di Carlo V. Si trovò a governare anche sulle terre familiari degli Asburgo in Austria, in Boemia, sulla Fiandra, nei Paesi Bassi, oltre che sui territori annessi di Napoli, Sicilia e Sardegna. Grazie alla figura di Martin Lutero ha avuto un grande rilievo nel periodo della Riforma. Le loro cariche onorifiche e i loro obblighi, invece, non sono ricompensati. Possedeva anche le colonie spagnole e avanzava pretese dinastiche sulla Borgogna, che era stata sottratta dai francesi agli Asburgo. Questa pace sancì ufficialmente la divisione di fatto della Germania tra cattolici e protestanti. Morì il 5 dicembre 2013, a 95 anni. Il documento della pace di Augusta presentava, però, alcuni problemi e conseguenze significative. I koala sono in pericolo, dopo gli incendi che hanno devastato l’Australia ne... Iren, riconoscimento per lotta a cambiamento climatico, 40 milioni per chi lavora nelle Zone Economiche Ambientali, Marche, erosione costiera cancella 9 ettari di riserva naturale, Nestlé, già oggi riciclabile il 96% degli imballaggi prodotti in Italia. Nel giro di qualche anno, la Riforma si era trasformata da movimento di contestazione religiosa in movimento di contestazione sociale e politica, che dette luogo ad alcune rivendicazioni di tipo sociale (come la "Rivolta dei cavalieri", "Ritterkrieg", nel 1522-23 e la Guerra dei contadini[12] tra il 1524 e il 1526); a questo si aggiungeva il malcontento dei principi tedeschi, i quali aderirono alla Riforma in funzione anti-imperiale (per consolidare le loro posizione all'interno dell'Impero e dei propri territori, contro il disegno di accentramento politico di Carlo V). Adesso si imponeva, invece, una nuova realtà: i sudditi dovevano seguire la confessione del loro sovrano, con la conseguenza che molte volte dovettero passare da una religione ad un'altra in rapporto al succedersi dei sovrani. ); il giudice di pace … Lo stato è quindi costituito dai rapporti che si instaurano fra popolo, territorio e la struttura di governo.. Il popolo. Sia i cittadini che i regolamentatori possono e – se così si può dire con un certo richiamo normativo alla scienza della sostenibilità – dovrebbero allineare le loro azioni su questa base». Gv 6,68). Nell'articolo 24 della pace si può, infatti, leggere: "Può avvenire che i Nostri sudditi o quelli degli elettori, principi e di altre proprietà, sia della vecchia fede o della Confessione di Augusta, desiderano lasciare le nostre terre o quelle degli elettori, principi, e le proprietà del Sacro Romano Impero, insieme alle loro mogli e figli, e stabilirsi altrove. Questa vittoria accrebbe la reputazione di Carlo V e all'apparenza il suo potere era considerato talmente immenso che nessuno osava sfidarlo in quel momento. © Tiscali Italia S.p.A. 2021  P.IVA 02508100928 |, Esperta di tematiche ambientali e vincitrice del premio giornalistico Raccontare la Biodiversità, Quotidiano d’informazione e di opinione sulle tematiche di green living e benessere naturale, Sociologa ambientale, giornalista ed esperta di green economy è autrice del blog EcoSpiragli, Organizzazione globale indipendente che agisce per preservare l’ambiente e promuovere la pace. Lo status ambiguo di questa clausola fu una delle cause della Guerra dei Trent'anni. Con la parola "popolo" si intende l'insieme di … Hegel afferma che la realtà non è un’insieme di sostanze autonome,ma un organismo unitario di cui tutto ciò che esiste è parte o manifestazione. Con il 24% delle emissioni globali, l’agricoltura è una delle principali fonti di gas serra di origine antropica e da sola questa cifra dimostra quanto sia grande la necessità di modificare il modello di produzione e consumo di alimenti per raggiungere gli obiettivi dell’Accordo di Parigi e dell’European Green Deal che mira a ridurre a zero entro il 2050 le emissioni nette di … Deforestazione e pesticidi minacciano l’esistenza degli insetti. Il termine deriva dal nome di Simone Mago, il Samaritano che, secondo gli Atti degli Apostoli 8, 18-24, cercò di comprare dagli apostoli Pietro e Giovanni il potere di conferire i doni dello Spirito Santo mediante l'imposizione delle mani, da, Convivenza in stato coniugale al di fuori del matrimonio, da, Ribellione degli "abitanti dei comuni" (letteralmente popolani) della Castiglia contro Carlo. Il 25 settembre 1555 Ferdinando d'Asburgo stipulò un trattato con i principi protestanti facenti parte della Lega di Smalcalda, chiamato Pace di Augusta, detta anche pace di religione. In realtà, se comprendessero i loro costi climatici,  i prodotti lattiero-caseari dovrebbero essere il 91% più costosi di quanto sono oggi e i prodotti a base di carne dovrebbero essere fino al 146% più costosi. Riguarda anche il peccato commesso da chi fa tale commercio. Per mostrare l’entità di questo danno climatico, oltre a determinare le quantità di emissioni, viene anche monetizzato, cioè convertito in costi specifici aggiuntivi del cibo. Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 30 nov 2020 alle 16:34. A questa reazione si dà in nome di Controriforma. In cambio del suo appoggio, i principi luterani gli cedettero le città lorenesi di Toul, Metz e Verdun, appartenenti all'Impero ma abitate da una popolazione prevalentemente francese. Poi seguì, nel 1529, un accordo tra papa e imperatore, detto pace di Cambrai, che sanciva le rispettive sfere di influenza tra Carlo V e Francesco I. Nello stesso tempo Carlo V dovette far fronte all'espansione ottomana lungo la frontiera del Danubio e del Mediterraneo. La pace di Augusta fu un trattato stipulato il 25 settembre 1555 tra Ferdinando d'Asburgo, in rappresentanza di suo fratello l'imperatore Carlo V d'Asburgo, cattolico-romano, e la Lega di Smalcalda,, un'unione di principi protestanti del Sacro Romano Impero, presso la città imperiale di Augusta (Augsburg in tedesco). Venne, inoltre, creata una rete di seminari[6]. Don Giussani comincia la sua attività di “educatore al cristianesimo” nel 1954, quando entra come insegnante di religione in un liceo statale, il Berchet di Milano «con il cuore tutto gonfio dal pensiero che Cristo è tutto per la vita dell'uomo». Questa alleanza prende il nome dalla città in cui venne fondata. Lutero rifiutò e l'imperatore lo condannò a venire considerato un fuorilegge e nemico pubblico dell'Impero. L'articolo 18 della pace prevedeva appunto che: "Nella negoziazione di questa pace, c'è stato un disaccordo su ciò che doveva essere fatto quando uno o più di uno dei beni spirituali (patrimoni, proprietà ecclesiastici) doveva abbandonare la vecchia religione (Cristianesimo), a causa degli arcivescovati, vescovi, prelature e benefici che erano stati tenuti da loro, su cui i fedeli di entrambe le religioni non potevano venire ad un accordo. I protestanti decisero però di non prendervi parte e, allora, il concilio divenne un'assemblea interna al mondo cattolico. Fu così convocato da papa Paolo III (1534-49) un concilio, chiamato Concilio di Trento (1545), dietro anche alle pressanti richieste di Carlo V, impegnato nella lotta contro i principi luterani riuniti nella Lega di Smalcalda. Non a caso, "sin dall'estate del ‘26, Carlo V aveva energicamente richiesto la convocazione di un concilio, quale unico rimedio per porre un argine al dilagare delle eresie nel mondo tedesco e promuovere la riforma della Chiesa, […] annunciando la sua decisione di recarsi in Italia"[11]. L'iceberg più grande del mondo si è frantumato: tre montagne di ghiaccio nell... Collasso della catena alimentare marina, balene grigie e megattere a rischio, Con la scomparsa dei ghiacciai diremo addio anche a un quarto delle piante alpine. Il re di Francia dette vita, allora, ad un'alleanza antiasburgica, la Lega di Cognac, cui aderì anche il papa. Il team guidato dall’economista Tobias Gaugler dipinge un quadro differenziato delle emissioni di gas serra nell’agricoltura: per i diversi tipi di coltivazione e allevamento, determina quali emissioni avvengono e in quali punti della produzione alimentare e le assegna ai vari prodotti alimentari in base alla loro fonte. Per approfondimenti sull'interim di Augusta si veda Thomas M. Lindsay. Carlo V intraprese una politica di conciliazione tra le due parti; infatti "più volte Carlo cercò di ricucire i rapporti tra i principi tedeschi, esercitando nei loro confronti una certa tolleranza in campo religioso"[14] che però non ebbe risultati positivi. In quel momento, con "la divisione dei domini asburgici e con la pace di Cateau-Cambrésis, la storia europea conosceva una svolta decisiva anche sul terreno religioso […]. Di fronte alle critiche di Lutero, la reazione papale era inevitabile e si manifestò nel 1520 con la bolla "Exsurge Domine"[4] con cui il pontefice Leone X condannava le idee di Lutero, ordinava che i suoi scritti fossero messi al rogo e gli lasciava due mesi di tempo per abiurare. I sovrani potevano farsi guerra, ma i sudditi erano quasi tutti (tranne per alcuni gruppi minori ed emarginati) cattolici. Fu allora che Federico il Saggio di Sassonia lo convinse ad appellarsi all'imperatore Carlo V, al quale spettava il compito di rendere esecutiva la condanna papale. Frasi sulla felicità: citazioni e aforismi sulla felicità dall'archivio di Frasi Celebri .it . La diffusione della confessione protestante obbligò la Chiesa a intervenire con una serie di provvedimenti di carattere politico, istituzionale e teologico. sulle reti Mediaset, Google Nest Antracite + Google Nest Grigio Chiaro. Nel 1535 morì il duca di Milano, Francesco Sforza, e Carlo V occupò quella regione, territorio strategico vitale per l'Impero. Questo suggerisce che, in definitiva, la scelta di ciò che mangiamo potrebbe avere un’influenza maggiore sulla salute ambientale rispetto al modo in cui il nostro cibo viene coltivato e allevato. Inoltre, Carlo V aveva già effettuato una sentenza provvisoria sulla questione religiosa nel 1548, firmando con i protestanti l'interim di Augusta[19]. Sarà loro consentito e sono autorizzati a farlo, a vendere i loro beni e possedimenti, dopo aver pagato una somma ragionevole per la libertà dagli obblighi servili e le tasse in arretrato, come è stato ovunque consuetudine per tutte le età. Nel 1993, Mandela e il presidente sudafricano F.W. Pertanto, con l'autorità del venerato Re dell'Impero Romano, che è stata completamente delegata a noi, noi mandiamo e proclamiamo che nel momento in cui un arcivescovo, vescovo, prelato, o altri storici spirituali che si allontaneranno dalla nostra vecchia religione, questi dovranno immediatamente, senza alcuna opposizione o ritardo, abbandonare il loro arcivescovato, sede vescovile, prelatura, e altri benefici, insieme ai frutti e ai redditi eventualmente ricevuti da esso, ma senza pregiudicare il loro onore. Gaugler sottolinea che «Noi stessi siamo rimasti sorpresi dalla grande differenza tra i gruppi di alimenti studiati e in particolare dal conseguente errato prezzo dei prodotti alimentari di origine animale sui risultati». 7 c. 4 n. 1 c.p.c. Alcuni finirono per crederci e sognare un imperatore guida della cristianità unita e rinnovata, come il piemontese Mercurino Arborio di Gattinara, cancelliere di Carlo V. Lo stesso imperatore era però consapevole che questa prospettiva era più un'utopia e si mosse, quindi, con cautela e realismo. Nel 1525 Carlo V sconfisse Francesco I nella battaglia di Pavia, grazie all'uso di nuove tecniche di combattimento basate sulla fanteria dotata di armi da fuoco. I ribelli furono sconfitti a Villalar nel 1521, da. Nel 1556 abdicò, dividendo l'Impero in due tronchi: una parte al fratello Ferdinando I, cui lasciò le terre ereditarie degli Asburgo e le corone di Boemia e di Ungheria, e l'altra parte al figlio Filippo II, cui lasciò il Regno di Spagna, Milano, Napoli, Sicilia e Sardegna, i Paesi Bassi e le colonie americane. Indirizzando i consumatori, attraverso l’aumento dei costi di alcuni prodotti,  verso scelte più sostenibili, il consumo di carne diminuirebbe,  liberando dalla produzione di bestiame e mangimi grandi territori che potrebbe essere restituiti alla natura, il che aiuterebbe il recupero degli ecosistemi e dei servizi ecosistemici che forniscono agli esseri umani. Ma i ricercatori sono convinti che «Personalizzare il danno ambientale attraverso il costo del cibo può anche dare ai consumatori un interesse più attivo nella protezione della salute del pianeta. Costa Smeralda Portal è il canale ufficiale della Costa Smeralda. La diffusione delle idee di Lutero fu favorita dall'uso della stampa e della lingua volgare, che rappresentò una rivoluzione culturale, poiché fece perdere a chierici e nobili il privilegio di essere gli unici lettori dei testi sacri. La ragione innanzitutto E così è accaduto e accade tuttora. Di questa faccenda si occupò la Dieta imperiale di Worms del 1521, durante la quale fu nuovamente chiesto a Lutero di sconfessare le proprie idee[5]. Queste minoranze non ebbero nessun riconoscimento e ciò sarà all'origine della guerra dei Trent'anni, fino al raggiungimento della pace di Vestfalia nel 1648. Questa legge ha fornito la base giuridica per la coercizione più o meno efficace del movimento di Lutero per il resto del decennio. Cristo stabilì il regno di Dio sulla terra, manifestò con opere e parole il Padre suo e se stesso e portò a compimento l'opera sua con la morte, la risurrezione e la gloriosa ascensione, nonché con l'invio dello Spirito Santo. Lo studio pubblicato su Nature Communications si occupa soprattutto degli impatti climatici derivanti dalla produzione e dal consumo di cibo, ma gli autori intendono ora studiare gli ulteriori impatti ambientali dell’agricoltura, come quelli derivanti dall’emissione di composti azotati reattivi o dal fabbisogno energetico del settore agricolo. Tale organismo,non avendo nulla al dì fuori di sè,coincide con l’Assoluto e con l’infinito,mentre i vari enti del mondo,essendo manifestazione di esso,coincidono … Carlo V organizzò, allora, una campagna militare contro la Lega dei principi protestanti, che godeva dell'appoggio del re di Francia, e si concluse nel 1547 con una parziale vittoria di Carlo V (battaglia di Mühlberg[15]). Il 31 ottobre 1517 Martin Lutero, docente di teologia biblica presso l'Università di Wittenberg, affisse sulla porta della chiesa del castello di Wittenberg[2] un documento contenente 95 “tesi” contro le indulgenze, cioè la remissione delle pene canoniche (digiuni e penitenze di vario genere) che venivano inflitte ai fedeli da parte della Chiesa per ottenere il perdono dei loro peccati (la confessione dei peccati e l'assoluzione erano infatti nulle se non accompagnate dall'espiazione)]][3]. Questa clausola fu ritenuta inaccettabile dai principi luterani, cosicché non fu votata, ma aggiunta con una deliberazione del re Carlo V che verrà poi ripresa con l'attuazione dell'Editto di Restituzione da parte di Ferdinando II nel 1629. Lutero bruciò in pubblico la bolla papale. Il rifiuto da parte del pontefice Paolo III di convocare un concilio per attenuare i contrasti, più volte richiesto dall'imperatore, rendeva impossibile la soluzione della questione luterana. Negli anni successivi al 1550 Carlo V dovette affrontare un periodo di malattia e depressione che lo portarono a un graduale abbandono del potere. Con Carlo V riprese vigore l'idea di impero, che nell'Europa degli Stati nazionali sembrava ormai tramontata, e quindi si impegnò a diffondere e propagandare questa visione. Asana Rebel è l’app di YOGA E FITNESS per chiunque desideri RIMETTERSI IN FORMA, PERDERE PESO e dare inizio ad uno STILE DI VITA SALUTARE. Ma con questa revisione climatica dei prezzi del cibo non mancherebbero dei problemi, come fa notare su Anthropocene Emma Bryce, «Anche i piccoli aumenti del prezzo delle verdure e della frutta evidenziati dallo studio traccia potrebbero rendere il cibo inaccessibile per molti consumatori. Anche se lo studio avverte che l’agricoltura biologica richiede più terra e quindi quel cambiamento potrebbe anche portare a un aumento involontario del cambiamento dell’utilizzo del suolo». Elevato da terra, attira tutti a sé (cfr. ), ossia nel caso in cui i confini tra i due fondi siano certi e pacifici (art 951 c.c. In Spagna le Cortes di Castiglia e di Aragona non erano d'accordo sulla sua ascesa al trono e questa sfiducia sfociò in un moto di ribellione, la "Rivolta dei comuneros"[10], che fu difficilmente domata. Quindi, anche se ebbe un discreto successo e si dimostrò vitale per alleviare la tensione nell'Impero tra cattolici e luterani, lasciò senza soluzioni la questione calvinista (oltre a quella anabattista[22]; infatti sia i primi che i secondi non risultavano compresi in questa pace), come si evince dall'articolo 17 della pace: "Doch sollen alle andere, so obgemelten beeden Religionen nicht anhängig, in diesem Frieden nicht gemeynt, sondern gäntzlich ausgeschlossen seyn" ("Tuttavia, tutti gli altri, che non appartengono alle due religioni sopra indicate, non devono essere inclusi nella presente pace, ma essere totalmente esclusi da essa"). Questa pace sanciva ufficialmente la divisione di fatto della Germania tra cattolici e luterani, e prevedeva principalmente: In precedenza tutti i cristiani europei erano uniti da una sola fede, da riti comuni e da una comune obbedienza alla Chiesa di Roma. Gaugler  conclude: «In questo contesto, vediamo il nostro compito di scienziati soprattutto nel fornire dati e informazioni sull’impatto sul clima dei prodotti alimentari. «Mai un vaccino è stato realizzato in così poco tempo. de Klerk ottennero il Premio Nobel per la pace, per gli sforzi fatti per smantellare il sistema di apartheid del paese. Inoltre, una tendenza chiave notata dai ricercatori è che le maggiori differenze nelle emissioni erano determinate dal tipo di cibo, piuttosto che dal metodo di coltivazione. Gv 12,32 gr. Nel complesso la Chiesa cattolica uscì maggiormente irregimentata dal concilio. Il principio del riservato ecclesiastico fu, inoltre, una delle principali cause della guerra di Colonia (1583-1588), uno scontro che mise alla prova le decisioni religiose prese nella pace di Augusta, che aveva permesso di sedare le prime guerre tra cattolici e protestanti nell'Impero. Oltre alla CO2, gli autori includono nei loro calcoli anche le emissioni di protossido di azoto e metano e gli effetti climatici del cambiamento dell’utilizzo del suolo che sono causati soprattutto dal drenaggio delle torbiere e dalla deforestazione delle aree della foresta pluviale, che vengono poi utilizzate per la produzione di mangimi per animali. E il mondo sembrava relativamente pacifico[16]. Sul fronte esterno il principale problema era rappresentato dal re di Francia Francesco I, con il quale c'erano già state delle rivalità per il trono imperiale e con cui combatté due lunghe guerre dal 1521 al 1529 per ottenere il possesso del Ducato di Milano e della Repubblica di Genova. Nel 1530 convocò, allora, la Dieta di Augusta, nella quale si confrontarono i cattolici e i luterani; importante fu la “Confessio Augustana”, scritta per trovare una sistemazione ai fondamenti della fede luterana. Ufficialmente, l'Impero rimase una comunità politica cattolica in comunione con Roma. Mai l’Unione Europea si è assunta un compito … La Michalke aggiunge: «Se questi errori di prezzo di mercato dovessero cessare di esistere o almeno essere ridotti, questo avrebbe anche un impatto importante sulla domanda di cibo. L’approccio qui presentato rappresenta un contributo ai costi reali del cibo, che, anche con un’implementazione parziale, potrebbe portare a un aumento del benessere della società nel suo complesso». Nelson Mandela divenne così il simbolo della lotta per i diritti dell'uomo. Ma, in realtà, decretò la tolleranza solo a coloro che avevano aderito alla Confessione di Augusta (del 1530), la prima dichiarazione ufficiale dei principi del luteranesimo. Un confronto tra i diversi tipi di coltivazioni dimostra che, dopo aver adeguato le rese, «I livelli di emissione dell’agricoltura biologica sono leggermente inferiori a quelli dei metodi di produzione convenzionali». Con la pace di Augusta, quindi, Carlo V rinunciò all'unità religiosa come postulato dell'idea stessa di Impero cristiano, e anche alla sua unità politica. Sito "German History in Documents and Images", Il testo del Trattato della "Pace di Augusta", versione completa (in Tedesco), Testo completo (in pdf) della pace di Augusta in tedesco, Il testo parziale (in pdf) della "Pace di Augusta" in inglese, tratto dal sito "German History in Documents and Images", http://germanhistorydocs.ghi-dc.org/sub_document.cfm?document_id=4315, https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Pace_di_Augusta&oldid=116998435, Voci non biografiche con codici di controllo di autorità, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo. Portò avanti il progetto di restaurazione dell'autorità imperiale sull'Europa e incontrò numerosi ostacoli, interni ed esterni. Per contro, nel 1531 essi strinsero un'alleanza militare, la Lega di Smalcalda, e vennero così a formarsi due fazioni religiose nell'Impero: una cattolica e una protestante. Inoltre, incorporando i costi ambientali in tutti gli alimenti, si ridurrebbe il baratro della differenza di prezzo tra il cibo coltivato in modo convenzionale e quello prodotto biologicamente e questo potrebbe rendere gli alimenti bio più accessibili ai consumatori, che così acquisterebbero alimenti prodotti con sistemi di coltivazione che, nelle loro forme ideali, supportano la salute del suolo, riducono i pesticidi e l’uso di fertilizzanti. Divenuto imperatore, Carlo V dovette subito fronteggiare un grande problema: garantire la stabilità e omogeneità ai propri domini, caratterizzati dalla dispersione territoriale e da lotte politiche interne. Città della Sassonia-Anhalt (Germania). Sia Filippo II che Maria d'Ungheria (la sorella di Carlo V) cercarono di impadronirsene[17]. La guerra riprese con il nuovo re di Francia, Enrico II, che spostò l'asse del conflitto dall'Italia alla Germania, dove ebbe l'appoggio dei principi luterani. Fece portare avanti i negoziati con i protestanti dal fratello Ferdinando, il quale non voleva prendersene la responsabilità. Sul piano della dottrina, il concilio operò una chiusura nei confronti del protestantesimo; infatti la Chiesa si propose come unica interprete della Bibbia e fu affermato il principio della salvezza per mezzo non solo della fede, ma anche delle opere. Compare nel cap.X ed è il sacerdote incaricato di esaminare Gertrude prima del suo ingresso nel monastero di Monza come novizia, col compito di accertare la sincerità della sua vocazione ed escludere che abbia subìto delle pressioni: è presentato come un "grave e dabben prete", anche se giunge al palazzo del principe padre della ragazza con una certa convinzione dell'effettiva volontà di … Se venissero determinati i costi aggiuntivi derivanti dagli impatti dei gas serra emessi, prodotti alimentari di origine animale  come il latte, i formaggi e soprattutto la carne dovrebbero essere molto più costosi e anche la differenza di prezzo tra prodotti convenzionali e biologici sarebbe inferiore. Questa pace religiosa rese possibile il restauro politico, accettando ciò che era stato precedentemente considerato come una cosa impossibile, ossia la coesistenza di due religioni diverse. Secondo lo  studio “Calculation of external climate costs for food highlights inadequate pricing of animal products”, pubblicato recentemente su Nature Communications da Maximilian Pieper (Technische Universität München), Amelie Michalke (Universität Greifswald) e Tobias Gaugler (Universität Augsburg), «Il danno ambientale derivante dalla produzione di alimenti non si riflette attualmente sui loro prezzi». Venivano meno nel contempo le ragioni che nei decenni precedenti avevano indotto Carlo V ad appoggiare a Roma gli orientamenti degli "spirituali", poiché tra i compiti di Filippo II non c'era più quello di misurarsi con le lacerazioni confessionali del mondo tedesco, che proprio allora trovava nelle clausole della pace di Augusta […] le premesse di una duratura pacificazione"[21]. Due trattati misero fine alla guerra dei Trent'anni nel 1648, negoziati (dal 1644) rispettivamente tra Impero, Svezia e nazioni protestanti a Osnabrück e tra Francia e Impero a Münster. Tutto quanto sopra è soggetto a una futura finale restaurazione religiosa cristiana e amichevole".